Colpiti da forti guadagni e rialzo economico, Wall Street ha chiuso in rialzo, Reuters


© Reuters. Foto del file: Le persone che indossano maschere camminano attraverso la Borsa di New York (NYSE) durante l’epidemia di Coronavirus (COVID-19) a New York City, USA, il 19 luglio 2021. REUTERS/Andrew Kelly

Autore: Stephen Culp

New York (Reuters)- I titoli di Wall Street sono saliti mercoledì per il secondo giorno consecutivo. I forti utili societari e il nuovo ottimismo sulla ripresa economica degli Stati Uniti hanno determinato un rimbalzo della propensione al rischio.

Tutti e tre i principali indici azionari statunitensi hanno continuato a guadagnare rispetto al giorno di negoziazione precedente ed erano tutti entro l’1% dei loro massimi storici di chiusura.

I piccoli titoli economicamente sensibili, i semiconduttori e i titoli finanziari hanno sovraperformato il mercato più ampio.

Peter Tuz, presidente di Chase Investment Counsel a Charlottesville, in Virginia, ha dichiarato: “Si tratta di un’altalena tra i guadagni lucrativi e un mercato in ripresa, e preoccupazioni sul fatto che l’economia rallenterà a causa della variante Delta (COVID-19). “Ma vediamo guadagni forti e una guida generalmente positiva, e la sensazione che (varianti Delta) possa essere gestita.”

Il rimbalzo dei viaggi ha contribuito a incrementare la crescita dei ricavi di United Airlines, facendo salire il prezzo delle sue azioni del 3,8%.

L’indice S&P 1500 Aviation è aumentato del 3,3%, mentre l’indice S&P 1500 Hotel, Restaurant and Leisure è aumentato del 2,9%.

“All’inizio di questa settimana, questi titoli sono stati colpiti duramente poiché le persone temevano ancora una volta che i viaggi avrebbero rallentato e tutte le industrie correlate sarebbero state colpite, ma queste preoccupazioni sono scomparse”, ha aggiunto Tuz. “La domanda continua come previsto e non credo che la paura di Delta indurrà le persone a cambiare i loro piani”.

Dopo la debole asta dei titoli a 20 anni, i rendimenti dei titoli del Tesoro USA di riferimento hanno continuato a rimbalzare dai minimi di cinque mesi, a vantaggio delle banche sensibili ai tassi di interesse.

Nonostante la richiesta di rinvio da parte del Partito Repubblicano, i Democratici del Senato si stanno muovendo verso un voto procedurale pianificato e Washington ha discusso il pacchetto infrastrutturale da $ 1,2 trilioni raggiunto dai due partiti.

È aumentato di 286,01 punti o dello 0,83% a 34.798, di 35,63 punti o dello 0,82% a 4.358,69, e poi di 133,08 punti o dello 0,92% a 14.631,95.

Tra gli 11 principali settori dell’indice Standard & Poor’s 500, i titoli energetici sono stati i grandi vincitori, in rialzo del 3,5% con l’aiuto dell’impennata dei prezzi del greggio. [O/R]

La stagione dei rapporti del secondo trimestre è passata all’accelerazione e 73 società dell’S&P 500 hanno annunciato i loro risultati. Tra questi, l’88% della performance ha superato le aspettative di consenso.

Tra i vincitori, la catena di burrito Chipotle Mexican Grill (NYSE:) è aumentata dell’11,5%, dopo che la catena di burrito ha superato le aspettative di profitto e ha previsto una forte crescita delle vendite per questo trimestre. Il titolo si è vantato che l’S&P 500 ha avuto il maggior guadagno.

Coca-Cola (NYSE:) è aumentata dell’1,3% dopo aver aumentato le previsioni per l’intero anno.

Dopo la pubblicazione del suo ottimistico rapporto sugli utili, Interpuplic Group of Companies è aumentato dell’11,3%.

La casa farmaceutica Johnson & Johnson (NYSE:) ha previsto vendite del suo vaccino COVID una tantum a $ 2,5 miliardi quest’anno e ha aumentato le sue previsioni di vendita. Ha chiuso leggermente in rialzo dello 0,6%.

Sul lato negativo, Netflix Inc (NASDAQ :) ha riportato una crescita più lenta degli abbonati martedì scorso, causando un calo del prezzo delle azioni del 3,3%, il secondo calo più grande dell’indice S&P 500.

Harley-Davidson (NYSE:) ha pubblicato il suo rapporto sugli utili del secondo trimestre secondo cui il suo piano per trasformare le perdite in profitti sembra fare progressi, ma a causa delle tariffe dall’Europa, il suo secondo mercato più grande, la società ha abbassato le sue aspettative di reddito operativo. Il prezzo delle sue azioni è sceso del 7,2%.

Dopo aver annunciato i suoi risultati dopo la chiusura del mercato, Texas Instruments (NASDAQ:) è sceso di oltre il 3% nel trading esteso.

Il rapporto tra il numero di azioni in aumento e il numero di azioni in calo sul New York Stock Exchange è 2,92:1; al Nasdaq, il rapporto di 3,21:1 favorisce i rialzisti.

L’indice Standard & Poor’s 500 ha toccato 38 massimi da 52 settimane e nessun nuovo minimo; l’indice Nasdaq Composite ha toccato 66 nuovi massimi e 34 nuovi minimi.

Il volume degli scambi sulla borsa statunitense è stato di 9,13 miliardi di azioni, mentre il volume medio degli scambi negli ultimi 20 giorni di negoziazione è stato di 10,17 miliardi di azioni.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *