Come il virus ha interrotto le statistiche sull’inflazione inflation


La devastazione economica del terremoto pandemico ha improvvisamente e completamente cambiato i modelli di consumo dei consumatori di tutto il mondo, rendendo i dati ufficiali sull’inflazione irrilevanti rispetto a ciò che hanno vissuto.

L’aumento dei prezzi in molte delle principali economie preoccupa gli investitori e i funzionari delle banche centrali.Ma parte di questa tendenza può essere attribuita a Malattia di coronavirus — Hanno un impatto importante sul modo in cui interpretiamo i dati ufficiali.

L’inflazione viene misurata utilizzando un paniere di beni e servizi, il che significa ciò che le persone di solito acquistano. Il peso degli articoli è direttamente proporzionale all’importo speso per essi.

Inflazione: una nuova era?

I prezzi in molte delle principali economie stanno aumentando. Il “Financial Times” britannico indaga se l’inflazione si riprenderà in modo permanente.

Giorno 1: Per decenni, le economie avanzate non hanno dovuto affrontare un’inflazione in rapida crescita. Questo cambierà?

Giorno 2: i governatori delle banche centrali raggiungono un consenso globale su come promuovere al meglio un’inflazione bassa e stabile è crollato.

Giorno 3: Il canarino della miniera di carbone dell’inflazione statunitense: Macchina di seconda mano.

Giorno 4: come il virus distrugge le statistiche ufficiali sull’inflazione.

Giorno 5: Perché gli aumenti dei prezzi nelle economie sviluppate sono un problema per i paesi in via di sviluppo oppressi dal debito.

Nell’ultimo anno, con il diffondersi della pandemia, le persone in tutto il mondo hanno quasi smesso di spendere in ristoranti, biglietti aerei e altre attività limitate dal blocco quasi da un giorno all’altro.

Pertanto, l’esperienza pratica di alcuni paesi inflazione Secondo una ricerca del professore dell’Università di Harvard Alberto Cavallo, la differenza rispetto al tasso di interesse ufficiale è stata di 0,89 punti percentuali in un mese la scorsa estate.Secondo le stime di Cavallo, il tasso di inflazione USA nel 2020 potrebbe essere sottostimato del 5,5%.

Gli economisti avvertono che questo caos continuerà mentre le principali economie si sposteranno verso modelli di consumo più normali, rendendo più difficile interpretare gli indicatori ufficiali di variazione dei prezzi che costituiscono i principali obiettivi politici della banca centrale.

I dettagli dei calcoli dell’inflazione negli Stati Uniti e nell’Eurozona sono diversi, ma entrambi i metodi pongono le stesse sfide.

Il calcolo degli Stati Uniti non corrisponde

I dati dell’indagine utilizzati dal Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti sono in ritardo di due anni rispetto ai cambiamenti nel mondo reale. Pertanto, dall’inizio della pandemia, i dati ufficiali sull’inflazione sono stati calcolati utilizzando pesi che riflettono il mondo prima della pandemia.

Gli errori sono particolarmente gravi nelle due categorie.

Il grafico a linee delle variazioni percentuali nella spesa delle carte di credito e di debito mostra che il blocco ha forzato importanti cambiamenti nei modelli di spesa degli Stati Uniti

Secondo i dati di acquisto di carte di credito e di debito di Opportunity Insights, la spesa alimentare è aumentata del 29% a marzo dello scorso anno. L’impennata della domanda ha spinto i prezzi al rialzo del 2,7% su base mensile.

Al contrario, le spese di trasporto sono diminuite del 70% ad aprile dello scorso anno ei prezzi sono diminuiti del 7% dall’inizio dell’anno. Questo effetto è continuato: a maggio di quest’anno, le spese di trasporto erano ancora inferiori del 25% rispetto ai livelli pre-pandemia.

Secondo gli economisti, l’effetto netto è che l’indice dei prezzi al consumo calcolato ufficialmente sottostima le variazioni di prezzo che le persone sperimentano nella vita quotidiana.

Miguel Faria e Castro, economista della Federal Reserve Bank di St. Louis, ha dichiarato: “Si può facilmente capire perché l’IPC non misura bene l’inflazione durante una recessione pandemica”. consumo.”

Come economia degli Stati Uniti La riapertura e il blocco sono terminati e l’effetto è stato invertito.

Ad esempio, il calo della produzione di auto e camion nell’ultimo anno ha fatto salire i prezzi delle auto usate. Dal momento che gli americani hanno speso meno per i trasporti dall’inizio della pandemia rispetto agli spettacoli ponderati per l’IPC, la lettura ufficiale dell’inflazione per aprile… Ho registrato un grande salto ——Può essere sopravvalutato.

Il grafico a linee percentuali mostra che l'IPC ufficiale degli Stati Uniti ha sottostimato l'inflazione durante la pandemia

“Ad aprile, il motivo dell’aumento di un terzo è stato effettivamente l’uso di auto e camion. Questo è stato un grande fattore trainante”, ha affermato Cavallo, che ha utilizzato i dati sulla spesa in tempo reale di Opportunity Insights per ripesare il paniere dell’IPC. variazioni di prezzo.

“Il paniere dell’IPC dovrebbe ridursi [transport], con [then] Le letture dell’inflazione ad aprile erano inferiori”, ha affermato.

Problema di ripristino europeo

A differenza degli Stati Uniti, i pesi dell’inflazione dell’Eurozona vengono aggiornati ogni gennaio. I cambiamenti nei modelli di consumo durante la pandemia significano che i calcoli di quest’anno non avranno un grande impatto sui prezzi della benzina, degli hotel e dei ristoranti che sono stati colpiti dal blocco lo scorso anno.

Grafico a linee ponderate (selezionato da 1.000), che mostra elementi selezionati con variazioni senza precedenti nei pesi dell'inflazione in alcune zone dell'euro

Pertanto, anche se i consumatori europei tornassero ai loro modelli di spesa pre-pandemia mentre l’economia tornava alla normalità, le statistiche ufficiali sottostimerebbero la spesa in queste aree.

L’economista di ING Carsten Brzeski ha affermato che “interpretare i dati sull’inflazione di quest’anno non è facile” perché la spesa durante la pandemia non è solo durante il blocco “ma causerà anche distorsioni nel corso dell’anno”. [consumers] Ritorno ai normali modelli di consumo”.

Gregory Claeys di Bruegel, un think tank economico, ha affermato che ciò significa che le statistiche ufficiali sull’inflazione “non sono troppo accurate”. Ha avvertito: “Affronteremo gli stessi problemi dell’anno scorso, ma la situazione si è invertita”.

L’effetto può essere significativo. Ad esempio, nel 2021, i pesi di tempo libero e servizi alla persona, ristoranti e hotel diminuiranno rispettivamente di 40 e 30 punti base rispetto all’anno precedente. Negli ultimi 24 anni, queste aree di spesa sono cambiate in media solo di 0,6 punti base all’anno.

Questo problema è già evidente nella benzina: l’anno scorso sia i prezzi che i consumi sono diminuiti. I prezzi della benzina ora stanno aumentando di nuovo, ma il suo impatto sui calcoli dell’inflazione complessiva sarà del 13% inferiore rispetto allo scorso anno, questo impatto continuerà fino a quando il paniere dell’inflazione della zona euro non verrà nuovamente ripristinato a gennaio. La stessa tendenza può essere osservata negli hotel e nei cinema.

Un grafico a barre dell'inflazione dell'Eurozona nel gennaio 2021, calcolato utilizzando due diversi pesi (variazioni percentuali annue), che mostra che le variazioni dei pesi promuovono l'aumento dell'inflazione nell'Eurozona

Banca centrale europea Calcolo L’inflazione sperimentata dai consumatori l’anno scorso è stata dello 0,2% superiore all’IPC ufficiale da aprile ad agosto e il peso cambia quest’anno Aumenta il tasso di inflazione inflation Un aumento dello 0,3% a gennaio.

L’economista senior di Allianz Katharina Utermöhl ha affermato che i responsabili politici “devono prestare attenzione a questo e testare misure alternative per comprendere meglio le dinamiche dell’inflazione reale”, perché questi problemi statistici continuano a causare gravi danni all’IPC nei prossimi mesi.



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *