Come rifinanziare il mutuo


Rifinanziare il mutuo della casa può farti risparmiare denaro abbassando i tassi di interesse. Potresti anche essere in grado di utilizzare i beni che hai accumulato a casa. Nel 2020, l’attività di rifinanziamento dei mutui ha raggiunto il livello più alto dal 2003, poiché i proprietari di case si sono affrettati a sfruttare i tassi di interesse storicamente bassi. Ma prima di decidere di rifinanziare, dovresti capire quanto segue.

Punti chiave

  • Il rifinanziamento ipotecario prevede l’utilizzo di un nuovo mutuo per la casa per rimborsare un mutuo per la casa esistente.
  • Il rifinanziamento ipotecario può ridurre il tasso di interesse e l’importo del rimborso mensile e farti risparmiare denaro durante la durata del prestito.
  • È possibile utilizzare il rifinanziamento in contanti per sfruttare il patrimonio immobiliare accumulato.
  • L’idoneità per un nuovo prestito dipende principalmente dal punteggio di credito, dal reddito e dall’attuale rapporto prestito/valore.

Capire il rifinanziamento ipotecario

rifinanziare I prestiti ipotecari si riferiscono alla sostituzione di prestiti esistenti con nuovi prestiti immobiliari. Nuovi prestiti possono provenire dallo stesso prestatore o da diversi istituti di credito. Una volta ottenuta l’approvazione per rifinanziare il mutuo, il vecchio prestito verrà estinto e quindi pagherai il nuovo prestito.

Il processo di rifinanziamento ipotecario è simile all’ottenimento di un mutuo in primo luogo.Questo include tutti i tipi di Costi di transazioneSecondo Freddie Mac, i proprietari di case pagano in media 5.000 dollari per coprire i costi di transazione del rifinanziamento. Una differenza è che, a differenza del mutuo originale, non è necessario versare un acconto al momento del rifinanziamento.

Appunti

Il prestatore potrebbe consentirti di includere la tariffa di fatturazione nel tuo nuovo mutuo, ma così facendo aumenterà il tuo rimborso mensile e il debito totale.

Vantaggi del rifinanziamento dei mutui

Il rifinanziamento di un mutuo per la casa può richiedere molto tempo, quindi è importante valutare i potenziali benefici prima di procedere. I motivi più comuni per i proprietari di abitazione di rifinanziare includono:

Se il tuo obiettivo è risparmiare denaro attraverso il rifinanziamento, devi anche considerare il punto di pareggio. Questo è quando i soldi che risparmi con un nuovo prestito iniziano a superare l’importo delle commissioni di pagamento che devi pagare in anticipo. Possono volerci mesi o addirittura anni per raggiungere il pareggio, quindi se non vuoi rimanere a casa per così tanto tempo, il rifinanziamento potrebbe non essere una mossa saggia.

Se il tuo obiettivo è il rifinanziamento in contanti, devi determinare il tuo Rapporto del valore del prestito (LTV)Questo è ciò che devi alla casa e al suo valore. È importante capirlo all’inizio del processo perché il prestatore può limitare la quantità di capitale che puoi prelevare in base al tuo LTV. Se il rifinanziamento non fornisce tutto il denaro che desideri, potresti dover aspettare fino a quando non avrai accumulato più capitale.

importante

Come altri prestiti ipotecari, i prestiti di rifinanziamento in contanti richiedono l’utilizzo della casa come garanzia, quindi in caso di inadempienza potresti essere a rischio di perdere la tua proprietà.

Come rifinanziare il mutuo

Il rifinanziamento comporta molti passaggi, anche prima di applicare. Ecco come farlo, passo dopo passo.

Controlla il tuo credito

Il prestatore controllerà il tuo Punteggio di credito Cronologia creditizia quando si richiede un prestito.Se non hai controllato il tuo credito di recente, è meglio controllare il tuo credito Rapporto di credito A partire dal Importante agenzia di creditoPuoi ottenere una copia gratuita su AnnualCreditReport.com.

Controllare il tuo rapporto di credito può darti un’idea del tasso di interesse di rifinanziamento a cui potresti avere diritto. Questa è anche un’occasione per verificare la presenza di errori, così da poter presentare un’obiezione ed eventualmente cancellarla prima di richiedere un prestito. Le agenzie di credito spiegano come farlo sul loro sito web.

Il tuo punteggio di credito non fa parte del tuo rapporto di credito, sebbene si basi sulle informazioni che contengono. Uno o più emittenti della tua carta di credito possono fornire il tuo punteggio di credito gratuitamente.Altrimenti puoi ottenere Punteggio di credito gratuito Da varie altre fonti.

Decidi che tipo di prestito vuoi

Il rifinanziamento è un’opportunità per modificare i termini del mutuo. Ad esempio, se attualmente disponi di un prestito di 30 anni, valuta se desideri un nuovo prestito di 30 anni, o forse un prestito di 15 o 20 anni.

Un prestito con una durata più breve avrà rimborsi mensili più elevati, ma l’importo totale degli interessi che pagherai per l’intera durata del prestito sarà ridotto e il tuo mutuo verrà estinto per intero più velocemente.

Confronta i tassi di interesse e le condizioni di diversi istituti di credito

Cercare il miglior tasso di rifinanziamento ipotecario può farti risparmiare denaro. Per comodità, puoi iniziare con l’attuale prestatore e vedere quale tasso di interesse offre.

Da lì, puoi espandere la tua ricerca per includere altri istituti di credito, inclusi istituti di credito online. Oltre ai tassi di interesse pubblicizzati, controlla i loro:

  • Punteggio di credito minimo e requisiti di reddito
  • Requisiti del rapporto prestito/valore (utilizzato per incassare prestiti di rifinanziamento)
  • Orario di chiusura previsto
  • Costo della transazione
  • Condizioni di rimborso del prestito

Richiedi un nuovo mutuo

Dopo aver selezionato il prestatore con cui vuoi fare affari, puoi iniziare il processo di richiesta.

L’applicazione per il rifinanziamento può ricordarti molte cose, quale processo devi seguire per ottenere un mutuo precedente. Pertanto, preparati a condividere informazioni dettagliate sul tuo reddito, patrimonio e debiti. Potrebbe essere necessario fornire al prestatore una pila di documenti, come estratti conto bancari per diversi mesi, estratti conto delle buste paga e estratti conto degli investimenti.

Come parte del processo di rifinanziamento, potrebbe anche essere necessario valutare la tua casa.Questo Valutazione Aiuta gli istituti di credito a determinare il valore della casa quando sottoscrivi nuovi prestiti. Tuttavia, potrebbe non essere necessario valutare i prestiti garantiti dal governo (come i prestiti FHA, VA o USDA).

Finalizzare i termini del prestito

In questa fase, dovresti essere vicino al completamento di una nuova operazione di prestito.Il tuo prestatore potrebbe offrirti opportunità Blocca la tua tariffa È richiesto un supplemento. Ciò significa che il tasso di interesse non cambierà fino alla fine del prestito. Se un tasso di interesse bloccato è finanziariamente significativo dipende dalle variazioni dei tassi di interesse. Se i tassi di interesse fluttuano o sembrano aumentare, può valere la pena pagare il lock-in del tasso di interesse.

mancia

Ci sono molti calcolatori di rifinanziamento ipotecario online che possono aiutarti a stimare il costo e il potenziale risparmio del rifinanziamento a diversi tassi di interesse. Prova un paio per assicurarti che i loro risultati corrispondano.

Linea di fondo

Se il rifinanziamento ipotecario può farti risparmiare denaro, incassare parte del capitale della tua casa, ottenere condizioni di prestito più favorevoli o qualunque siano i tuoi obiettivi, allora il rifinanziamento ipotecario può essere una buona mossa. I passaggi coinvolti non sono complicati, ma possono richiedere molto tempo.Probabilmente la cosa più importante è fare attenzione Confronta i tassi dei mutui E altri termini in modo da poter massimizzare i risparmi e rendere proficui tutti i tuoi sforzi.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *