Con il consumo di consumatori e imprese, l’economia australiana è esplosa ai livelli pre-pandemia Reuters


© Reuters. Foto del file: La gente cammina per strade trafficate sotto decorazioni festive nel centro di Sydney, Australia, il 17 dicembre 2020. REUTERS/Loren Elliott

Swati Pandey

SYDNEY (Reuters) – L’economia australiana è cresciuta rapidamente nell’ultimo trimestre a causa della dissolutezza di consumatori e imprese, portando la produzione al livello dello scorso anno quando il blocco della pandemia ha fatto precipitare il paese nella sua prima recessione in tre decenni.

Secondo i dati diffusi mercoledì dall’Australian Bureau of Statistics (ABS), l’economia è cresciuta dell’1,8% in termini reali nei tre mesi fino a marzo. Gli economisti intervistati da Reuters avevano precedentemente previsto che dopo un aumento del 3,2% nel quarto trimestre, sarebbe aumentato dell’1,5%.

La forte crescita trimestrale consecutiva ha aiutato il valore della produzione annuale a salire dell’1,1% a 525,7 miliardi di dollari australiani (408,05 miliardi di dollari), un cambiamento significativo rispetto al minimo della recessione dello scorso anno di 468,3 miliardi di dollari.

I dati migliori del previsto hanno spinto l’indice azionario di riferimento dell’Australia a un livello record, supportando il dollaro locale vicino al massimo di una settimana.

Kristian Kolding, partner di Deloitte Access Economics, ha affermato che l’Australia è rara in quest’area e solo altri cinque paesi hanno economie più grandi rispetto a prima della pandemia.

La ricerca di Deloitte ha rilevato che i ricchi pari mondiali dell’Australia sono in media del 2,7% più piccoli rispetto a prima della pandemia: il Regno Unito si è ridotto di quasi il 9%, l’UE del 5% e gli Stati Uniti dell’1%.

L’Australia ha annunciato rigide normative sul distanziamento sociale alla fine di marzo 2020 per frenare la pandemia di coronavirus, costringendo rivenditori, caffè e ristoranti a chiudere i battenti e costringendo centinaia di migliaia di persone a mettersi in fila per i pagamenti del welfare.

Tuttavia, controllando il numero di virus e consentendo alle aziende di riaprire con fiducia, l’economia di $ 2 trilioni ha ottenuto un significativo recupero. Anche un sacco di stimolo monetario e fiscale tempestivo è vantaggioso.

“I dati odierni mostrano che la ripresa dell’Australia sta diventando più diffusa”, ha affermato Kolding di Deloitte.

“Le famiglie consumano a livello locale e le aziende continuano a investire per trarre vantaggio da tassi di interesse e crediti d’imposta record”, ha aggiunto Kodin.

I dati di mercoledì hanno mostrato che l’espansione nel primo trimestre è stata trainata dagli investimenti privati, che hanno contribuito alla crescita di 0,9 punti percentuali, e gli investimenti in macchinari e attrezzature hanno registrato la crescita trimestrale più forte da dicembre 2009.

Anche l’aumento dell’attività residenziale ha aiutato, mentre la spesa delle famiglie ha aumentato la crescita di 0,7 punti percentuali.

“Sostenere tutto questo è la continua forza dell’occupazione”, ha aggiunto Cording.

Sii cauto

Il tasso di occupazione australiano è più alto rispetto a prima della pandemia, mentre gli indicatori di sottoccupazione e disoccupazione sono diminuiti rapidamente, ma sono ancora al di sopra del livello che la banca centrale del paese ritiene necessario per innescare la pressione salariale.

La Reserve Bank of Australia (RBA) ha accolto con favore i recenti dati forti, ma ha ribadito che non aumenterà il tasso di cassa dal minimo storico dello 0,1% fino a quando l’inflazione non continuerà a rimanere nell’intervallo target del 2-3%.

A tal fine, la Bank of Australia ha dichiarato che il tasso di disoccupazione deve scendere dall’attuale 5,5% a o sotto il 4% e la crescita dei salari deve raddoppiare ad almeno il 3%.La banca centrale ritiene improbabile che queste condizioni siano soddisfatte prima del 2024. I primi.

Dato il lento lancio del vaccino COVID-19 a livello nazionale e l’estensione del blocco di 7 giorni a Melbourne, la seconda città più popolosa dell’Australia, di un’altra settimana per fermare il ceppo di coronavirus in rapida diffusione, gli analisti sono cauti sulle prospettive.

Un economista di ANZ Bank ha scritto in un rapporto: “Questo blocco sarà il primo blocco a lungo termine senza JobKeeper, quindi dobbiamo essere più cauti sulle prospettive di ripresa”, riferendosi ai pagamenti del welfare del governo.

Il ministro delle finanze australiano Josh Frydenberg (Josh Frydenberg) ha lasciato intendere mercoledì che fornirà un sostegno finanziario a Victoria, che è in isolamento dalla scorsa settimana. Il blocco nella capitale Melbourne è stato esteso, mentre altre parti dello stato sudorientale continueranno ad applicare alcune restrizioni.

Gli economisti della KPMG hanno affermato che il blocco ha fatto perdere all’economia vittoriana 125 milioni di dollari australiani al giorno.

(1$ = 1.2780 dollari australiani)





Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *