Consiglio dei Ministri ufficializza decreto incentivi: ecco tutti i settori coinvolti

Se ne parlava già in settimana però come di consueto, è stato ufficializzato solo oggi, venerdì, giornata di Consiglio dei Ministri.
Quali incentivi offre questo decreto? Innanzitutto parliamo di un movimento di 300 milioni di euro, 200 arriveranno dalla lotta all’evasione fiscale, mentre i restanti 100 saranno investiti dal Ministero dello Sviluppo Economico.

[ad]

Detto ciò, parliamo dei vari settori che veranno coinvolti in questa spesa. Fuori le auto, sconti fino a mille euro per le cucine, fino a 1500 per l’acquisto di un motociclo di categoria euro3, rottamando un vecchio euro 1 o euro0. Sconti anche per l’acquisto di lavastoviglie, forni, trattori. Capitolo a parte per “l’Eco Casa”: chi acquisterà una casa a risparmio ecologico avrà a disposizione fino a settemila euro di incentivo. Inoltre, nei prossimi giorni, verrà comunicato uno sconto per l’internet veloce per i più giovani.

Il Ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, ha spiegato che “il decreto sara firmato entro domani e avrà partenza nella data del 6 aprile, l’obiettivo è quello di “sostenere” la ripresa economica per raggiungere nel 2010 una crescita dell’1-1,2%”. Scajola ha anche commentato la quantita delle risorse messe in campo dal Governo: “le risorse disponibili sono poche, abbiamo fatto un attento lavoro per mirarle in maniera chirurgica, in modo da non avere un impatto sui conti pubblici, perchè non crea deficit”.

Umore positivo per il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia che dichiara “è un piccolo aiuto a settori che hanno avuto andamenti molto negativi, sono pochi soldi ma è un supporto”. Molto contrariato invece il segretario del Pd, Pierluigi Bersani: “non credo che siano queste le cose che servono, serve spingere sull’innovazione, sui problemi strutturali della piccola impresa e dare degli orizzonti, aiutare la ricerca e l’internazionalizzazione”.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *