Conti Italia: impennata del rapporto deficit-Pil

I conti Italiani stanno sicuramente migliorando ma la situazione dei primi nove mesi del 2009 non è stata delle migliori, secondo dati Istat infatti il rapporto deficit-Pil si è praticamente duplicato rispetto all’anno precedente, è salito del 5,2% contro il 2,8% dello stesso periodo del 2008. L’istituto di statistica ha comunque evidenziato come questo dato vada letto in un contesto di trend in discesa, infatti nei primi sei mesi del 2009 il rapporto si assestava sui livelli del 6,1%.

[ad]

Nel terzo trimestre 2009 le uscite totali sono aumentate del 2,3%, mentre nei primi nove mesi del 2,7%. Nello specifico le spese correnti hanno conosciuto un incremento dell’1,9% nei tre mesi presi in considerazione e del 2,2% nei primi 9 mesi del 2009. Le entrate totali invece hanno mostrato i seguenti decrementi: -2,1% nel trimestre e -2,4% nei nove mesi. Le entrate correnti hanno più o meno mostrato la stessa diminuzione percentuale.

Le spese correnti sono aumentate soprattutto per via dell’aumento dei redditi da lavoro dipendente e dei consumi intermedi ma anche grazie alla diminuzione degli interessi passivi (-25,3%).  Per quanto riguarda invece le entrate, il calo trimestrale lo dobbiamo soprattutto ad una riduzione delle imposte dirette, indirette e dei contributi sociali. Le uscite in conto capitale, nel terzo trimestre, sono aumentate dell’8%. Le entrate in conto capitale nel complesso hanno registrato un forte incremento, ma soprattutto la voce imposte in conto capitale, tutto questo grazie all’adozione dei nuovi principi contabili Ias e al conseguente pagamento una tantum di imposte sostitutive Ires e Irap.

Giuseppe Raso

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *