Cosa porterà la fine del pendolarismo di massa?


Prima della pandemia, un amico che viveva in un villaggio nel sud dell’Inghilterra faceva il pendolare a Londra. È uscito di casa alle 7.45 del mattino ed è tornato alle 9 di sera con un carattere scontroso e un esaurimento nervoso. Vede raramente i suoi figli, figuriamoci i suoi vicini.

Ora lavora da remoto nel suo capanno da giardino, porta i suoi figli a scuola e usa molto tempo libero per diventare il capo del club di cricket del villaggio. Corre sempre al tribunale per rimuovere la copertura del tribunale o riparare il tetto del padiglione. È passato da pendolare a pilastro della comunità.

Non è solo. Nelle cinture dei pendolari delle grandi città in passato, il lavoro a distanza sta creando comunità. Si tratta di un beneficio umano netto o è compensato da fattori sfavorevoli altrove?

Il politologo Robert Putnam osserva che il pendolarismo ha esacerbato il declino della vita dei cittadini Bowling da solo, Il suo lavoro classico del 2000 sugli Stati Uniti. Meno americani conoscono i loro vicini, fanno volontariato o vanno nei club per giocare a bowling. Ci sono molte ragioni per questo declino, ma Putnam ha detto: “Sono rimasto scioccato nello scoprire che i predittori dell’isolamento sociale del pendolarismo sono così potenti. C’è una semplice regola empirica: ogni 10 minuti di pendolarismo, le connessioni sociali diminuiranno del 10% . “

Da allora, il tempo di percorrenza negli Stati Uniti è peggiorato Bowling da solo Prima versione, percentuale di clic nuovi massimi 2019. Questo riguarda tutti, non solo i pendolari. Prima della pandemia, ho incontrato un amico a Orlando, in Florida, che non vedevo da molti anni. Quando ho chiesto della vita, si è lamentato del peggioramento delle condizioni del traffico. All’epoca pensavo che fosse una deludente risposta banale, ma poi ho capito che la fratellanza governava la sua vita. Andare da qualche parte è eterno, quindi raramente va da qualche parte.

Anche la vita civile britannica sembra essere diminuita.Questo Ufficio nazionale di statistica Rispetto al 2012, nel 2018 sono diminuite le chat o lo scambio di favori con i vicini, il senso di appartenenza locale è diminuito e l’appartenenza a “organizzazioni politiche, di volontariato, professionali o di intrattenimento” è diminuita.

Per decenni, l’ho visto nelle comunità periferiche di Londra, dove ho completato i miei studi, e ho ancora la mia famiglia lì. Ad un certo punto, la chiesa sulla strada è diventata un bar. Una volta che le persone non si riuniscono più nel bar, questo posto diventa un terribile ristorante di catena.

Sono tornato nel quartiere il mese scorso.La pandemia lo ha trasformato in 15 minuti periferia, Tutte le necessità della vita sono raggiungibili a piedi. Molti residenti ora lavorano da casa. Tutti corrono a scuola la mattina, chiacchierano e si scambiano favori, dopodiché i genitori si presenteranno alla caffetteria locale o alla lezione di hot yoga all’ora di pranzo.

Ridi di questi nuovi rituali urbani a tuo piacimento, ma costituiscono la comunità del 21° secolo. Dopo aver trascorso una settimana lì, ho salutato i volti familiari per strada. Sembra l’idillio suburbano degli anni ’50 che i Beatles hanno ricordato in “Penny Lane”, nel negozio di barbiere “tutte le persone che vanno e vengono/si fermano e salutano”.

Un giorno ho incontrato un amico che si è da poco trasferito in un’altra parte di Londra. Si fondono rapidamente, in parte perché i loro vicini sono nelle vicinanze tutto il giorno e in parte a causa dei loro gruppi WhatsApp per strada. Certo, è pieno di contenuti noiosi sui bidoni della spazzatura, ma la community di solito è noiosa. Il gruppo WhatsApp è così importante per la vita locale che pensano che esisterà sempre. In effetti, come molte persone in tutto il Regno Unito, è iniziato con una pandemia.

Il rilancio della comunità ha anche degli svantaggi. In alcune grandi città, stare nella stessa strada incoraggia un isolamento simile. Tuttavia, nell’area di Londra, l’enorme numero di mix abitativi mitiga questo rischio. Alcuni di questi sono economici: la mia vecchia comunità ha alloggi sociali e alcuni proprietari di case di classe media e inferiore che hanno acquistato prima della gentrificazione e banchieri che ora stanno acquistando.

C’è anche la mescolanza razziale: nella lingua mista della scuola, ho incontrato un parigino che indossava il velo e mi ha detto che Londra è un paradiso non razzista. Al club di cricket del mio amico, si è reintegrato in alcuni asiatici britannici che si erano ritirati da un’era meno popolare in passato.

Alcune persone temono che il risveglio della comunità ucciderà il centro della città. Ma a lungo termine, questo non accadrà nelle città attraenti. I residenti suburbani che incontro vanno a Londra circa un giorno alla settimana, e quando la vita notturna e i luoghi culturali si riprenderanno, andranno a Londra più frequentemente. A loro piace il centro di Londra. Alcune persone si trasferiranno lì felicemente. Semplicemente non vogliono fare i pendolari per uscire dal lavoro ogni giorno.David Milder, un esperto di problemi del centro, ritiene che il Central Business District ceda il passo a “Distretto Sociale Centrale”.

I visitatori alla fine torneranno e mentre alcune aziende abbandoneranno il centro di Londra, altre aziende nel Regno Unito e in tutto il mondo sono desiderose di occupare spazi per uffici di cui non hanno bisogno.Immagina la compagnia immaginaria di Ricky Gervais ufficio Passa da Slough Trading Estate a una sala riunioni un giorno alla settimana vicino a Piccadilly.

Il risveglio del quartiere porterà ad altre vittime. I centri urbani poco attraenti e i parchi commerciali suburbani dove le persone vanno solo a lavorare possono morire con il pendolarismo su larga scala.

Segui Simon su Twitter @KuperSimon E mandagli un’email simon.kuper@ft.com

Seguire @FTMag Scopri la nostra ultima storia prima su Twitter.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *