Costi principali e spese di passaggio: qual è la differenza?

Costi principali e costi di trasferimento: una panoramica

I costi principali e i costi di commutazione dipendono in gran parte da produzione Il reparto funge da indicatore per misurare l’efficienza produttiva di un prodotto specifico. Costo principale Definito come spesa direttamente correlata alla creazione produce, E il costo di conversione è il costo sostenuto quando le materie prime vengono trasformate in prodotti.

I costi principali e i costi di commutazione includono alcuni degli stessi Fattori di produzione Costo, ma ognuno offre una prospettiva diversa Produttività.

Punti chiave

  • Il reparto di produzione fa molto affidamento sul costo originale e sul costo di conversione come indicatori per determinare l’efficienza di produzione di un particolare prodotto.
  • Il costo originario è definito come la spesa direttamente correlata alla fabbricazione del prodotto finito e il costo di conversione è il costo sostenuto per convertire la materia prima in prodotto.
  • I costi principali includono i costi diretti dei materiali e i costi diretti del lavoro.
  • I costi di commutazione includono la manodopera diretta e i costi indiretti.
  • Entrambi sono indicatori utilizzati per determinare l’efficienza della produzione.

Costo principale

Calcolo dei principali costi Includere l’importo speso per i materiali diretti e la manodopera diretta. I componenti tangibili (come le materie prime) necessari per fabbricare il prodotto finito sono inclusi come parte dei materiali diretti. Ad esempio, il motore di un’auto ei raggi di una bicicletta sono inclusi nel costo diretto del materiale perché sono tutti necessari per completare la produzione di un progetto specifico.

I costi diretti del lavoro includono salari, stipendi o benefici pagati ai dipendenti che completano tutti i prodotti finiti. Il compenso pagato a un macchinista, pittore o saldatore è comune quando si calcolano i costi maggiori. A differenza dei costi di trasferimento, i costi principali non includono i costi indiretti.

I costi principali vengono esaminati dal responsabile delle operazioni per garantire che l’azienda disponga di un processo produttivo efficiente. Il calcolo dei costi principali aiuta anche l’organizzazione a fissare i prezzi a livelli che generano profitti accettabili.

Esempi di come funzionano i costi principali

Considera l’esempio di un produttore di mobili professionale assunto per realizzare tavolini da caffè per i clienti.I costi principali della creazione di un tavolo includono il costo del lavoro del produttore di mobili e materiale grezzo Il tavolo deve essere costruito, compreso il legno, la ferramenta e la vernice.

Supponiamo che il costo delle materie prime (legno, ferramenta e vernice) sia di $ 200. I produttori di mobili addebitano $ 50 all’ora in costi di manodopera e questo progetto richiede loro tre ore per essere completato. Il costo principale di produzione di un tavolo è di 350 USD (materia prima 200 USD + (50 x 3 ore di manodopera = 150 USD di manodopera diretta). Per generare profitto, il prezzo del tavolo dovrebbe essere superiore al suo costo principale. affinché i produttori di mobili siano redditizi, devono essere addebitati almeno $ 151.

L’industria manifatturiera si basa sui costi principali e sui costi di commutazione per misurare l’efficienza della produzione del prodotto.

Costo di commutazione

I costi di conversione includono la manodopera diretta e elevato Spese sostenute per la trasformazione delle materie prime in prodotti finiti. I costi indiretti sono definiti come le spese che non possono essere direttamente attribuibili al processo produttivo ma sono necessarie per il funzionamento, come l’elettricità o altre utenze necessarie per mantenere in funzione un impianto di produzione nell’arco della giornata. Il costo del lavoro diretto è lo stesso utilizzato nel calcolo del costo principale.

I costi di commutazione sono utilizzati anche come misura dell’efficienza del processo di produzione, ma devono essere considerati i costi indiretti che vengono omessi dai calcoli dei costi principali. I responsabili delle operazioni utilizzano anche i costi di commutazione per determinare dove potrebbero esserci sprechi nel processo di produzione.

Esempio di come funzionano i costi di commutazione

Consideriamo l’esempio della società A: il costo totale della manodopera diretta e delle spese correlate per questa società ad aprile è stato di $ 50.000, oltre a $ 86.000 per le spese di gestione della fabbrica. Supponiamo che l’azienda A abbia prodotto 20.000 prodotti in aprile. Pertanto, il costo di conversione per unità dell’azienda ad aprile è stato di US $ 6,80 per unità (US $ 136.000 del costo di conversione totale/20.000 unità prodotte = US $ 6,80).

Domande frequenti sui costi principali e sui costi di commutazione

Quali costi fanno parte dei costi principali e dei costi di trasferimento?

I costi diretti del lavoro sono inclusi nei costi principali e nei costi di trasferimento. Il calcolo del costo principale include la quantità di manodopera diretta e materiali diretti. Il calcolo del costo di conversione include anche la manodopera diretta (ad eccezione dei costi indiretti sostenuti per la conversione delle materie prime in prodotti finiti).

Come si utilizzano i costi di base, i costi di commutazione e i materiali diretti per calcolare i costi indiretti?

I costi indiretti sono i costi richiesti dall’azienda per mantenere le normali operazioni, in altre parole, i costi indiretti si riferiscono ai costi delle operazioni aziendali quotidiane. I costi indiretti includono:

  • Affitto e utenze
  • Riparazione e manutenzione
  • Assicurazione
  • Spazio ufficio e attrezzature per ufficio office
  • Alcune tasse
  • Stipendio del personale dirigente

I costi indiretti sono costi aziendali relativamente fissi. Pertanto, a volte vengono indicati come costi fissi. I costi indiretti sono inclusi nel calcolo dei costi di conversione aziendale, soprattutto perché questi costi indiretti sono necessari per convertire le materie prime in prodotti finiti.

Come si calcolano i costi di commutazione?

Questa è la formula del costo di conversione: costo di conversione = manodopera diretta + costo di produzione indiretto.

Come si calcola il costo principale?

Questa è la formula del costo principale: costo principale = materie prime + manodopera diretta.

La manodopera diretta è considerata un costo maggiore e un costo di trasferimento?

La manodopera diretta è considerata parte del costo principale e del costo di trasferimento. Il costo principale è una combinazione di due costi diretti del prodotto: costi diretti dei materiali e costi diretti del lavoro. I costi di conversione includono i costi di produzione necessari per convertire i materiali diretti in prodotti finali: costi diretti del lavoro e costi indiretti di produzione.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *