Cristine Lagarde: “Ok il contenimento del debito pubblico, ma serve aumentare la crescita”

Christine Lagarde, neo direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, ha le idee ben chiare per risollevare le sorti dell’economia mondiale, che sembra fossilizzarsi su un unico pensiero: il contenimento del debito pubblico. Fattore fondamentale per la ripresa economica, non c’è dubbio, ma secondo la numero uno del FMI è molto importante iniziare a concentrarsi anche sul futuro, aumentando la crescita economica. “Non lasciamo che i vincoli di bilancio blocchino la ripresa mondiale” spiega la Lagarde in una intervista al Financial Times. La neo direttore generale del Fondo Monetario Internazionale ha poi lanciato un monito a tutti gli stati del Mondo intero, in particolare ai paesi più avanzati. “Il riequilibrio dei bilanci pubblici deve risolvere una questione delicata senza essere troppo rapido o troppo lento. L’attuale effervescenza dei mercati ha scosso la fiducia nell’economia in tutto il mondo e ha indotto molti ad arrivare alla conclusione che sono state esaurite tutte le possibilità politiche, ma si tratta di una falsa impressione e potrebbe portare alla paralisi”. Di sicuro non era il momento migliore per imbarcarsi in questa nuova avventura, infatti la Lagarde ha trovato una situazione economica mondiale veramente difficile, con un aumento del debito pubblico che è stato ereditato dal periodo di Dominique Strauss-Kahn, suo predecessore alla guida del Fondo Monetario Internazionale.

Pietro Gugliotta

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *