Daimler e Nokia risolvono la controversia sulle licenze tecnologiche


Daimler ha accettato di acquistare licenze 3G e 4G direttamente da Nokia, ponendo così fine a una disputa di proprietà intellettuale di lunga data che potrebbe costringere il gruppo tedesco a sospendere la produzione di auto e camion.

Il produttore Mercedes-Benz è stato citato in giudizio in più tribunali in Germania per aver rifiutato di acquistare una licenza per la tecnologia che collega i sistemi di navigazione e intrattenimento per auto a Internet e supporta le funzioni di guida semi-autonome.

Concorrenti come Volkswagen hanno già acquistato licenze, ma i produttori di fascia alta hanno pagato per questo, sostenendo che Nokia dovrebbe concedere licenze a fornitori come Continental e Bosch, che costruiranno unità di controllo telematiche per la memorizzazione della tecnologia di rete.

Nokia ha insistito in un documento legale l’anno scorso che forniva a Daimler un prezzo di licenza ragionevole e aveva il diritto di recuperare i miliardi di euro spesi per lo sviluppo dell’invenzione.

Una serie di Il verdetto dell’anno scorso Daimler ha obiettato che, se applicato, potrebbe impedire ai produttori di produrre o vendere auto dotate di tecnologia che si basa sui brevetti di Nokia. Ma Nokia ha scelto di non pagare miliardi di euro in obbligazioni per far rispettare il divieto, e poi ha ascoltato un appello contro il verdetto entro la fine dell’anno, incluso un deferimento alla Corte di giustizia europea.

Daimler ha deciso di risolvere il caso e ha chiuso tutti i procedimenti legali tra le due società.

“Questo accordo è una pietra miliare molto importante. Dimostra ancora una volta la qualità del nostro portafoglio di brevetti, il contributo di ricerca e sviluppo di Nokia all’industria automobilistica connessa e le opportunità di crescita del nostro programma di licenze per auto”, ha affermato Jenni Lucand, presidente della società. Lukander) ha detto: la tecnologia Nokia.

Daimler ha una sola base di produzione in Germania e ha dichiarato in una dichiarazione: “Da un punto di vista economico, accogliamo con favore gli accordi perché abbiamo evitato lunghe controversie giudiziarie”.

Nessuna delle parti ha divulgato i termini finanziari dell’accordo.

Nokia sta ancora affrontando procedimenti legali separati con Continental Airlines nei tribunali statunitensi.

Il fornitore quotato Dax, insieme al sostegno di Bosch per il caso Daimler in un tribunale tedesco, ha anche presentato una denuncia alla Commissione europea, sostenendo che Nokia sta abusando del suo status di posizione dominante sul mercato.

Nokia preferisce concedere in licenza i prodotti finali piuttosto che i produttori di componenti. Nokia ha affermato che “continua a fornire quotazioni di licenza ragionevoli, fornisce una serie di metodi flessibili, direttamente alle case automobilistiche, ai fornitori di livello 1 e attraverso il pool di licenze collettive e il settore Altri partecipanti” .

Tuttavia, Continental Airlines insiste sul fatto che queste proposte sono ingiuste, ragionevoli e non discriminatorie. Una persona vicina all’azienda ha dichiarato: “Nokia ha promesso di concedere in licenza a chiunque, ma non ha mantenuto quella promessa”.

Poiché i cosiddetti aggiornamenti “over-the-air” del software automobilistico diventano sempre più importanti, i produttori di componenti tedeschi temono che l’accordo transattivo di Daimler possa fornire un precedente preoccupante, che potrebbe danneggiare la concorrenza delle aziende nella più grande forza economica europea.

Le due società vendono anche dispositivi connessi, sperando di fornire prodotti con licenza completa ai propri clienti.

La persona ha aggiunto: “Anche se la parte accusata non produce il prodotto e non ha ottenuto una licenza, i tribunali tedeschi spesso emettono ingiunzioni”.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *