Debito pubblico, Italia al 133.3%: è il peggiore in Europa dopo la Grecia

euro_euroContinua il periodo negativo dell’Italia. L’EuroStat ha pubblicato i dati del debito pubblico dei Paesi europei: i dati sono davvero poco confortanti. L’Italia ha mostrato un debito pubblico al 133.3% del prodotto interno lordo nel secondo trimestre del 2013. Un dato di per sè preoccupante, ma ancora più negativo se viene preso in relazione all’intero quadro europeo: quello dell’Italia infatti è il secondo dato peggiore. Al primo posto infatti troviamo la Grecia, che presenta un debito pubblico al 169.1% del Pil. Per l’Italia dunque il secondo debito pubblico più alto d’Europa, di sicuro un dato non lusinghiero: il nostro Paese infatti sfonda la soglia dei 2.000 miliardi di euro di debito, toccando quota 2.076 miliardi. Rispetto al trimestre precedente, l’aumento è di oltre 40 miliardi di euro. Il debito pubblico italiano però è di fatto inferiore a quello tedesco, con un unica grande differenza: il Paese tedesco ha un Pil decisamente più alto rispetto a quello italiano. Per quello che riguarda la crescita del debito pubblico, l’Italia ha mostrato una crescita del 3% nell’ultimo trimestre: dato molto alto, se si pensa che la crescita media europea si aggira intorno all’1%. Dopo Grecia e Italia, i debiti pubblici più alti a livello europeo sono quello del Portogallo e dell’Irlanda: in Portogallo il dato tocca quota 131.3%, mentre Irlanda il debito è pari al 125.7%.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Google è il miglior posto al mondo dove lavorare

Ven Ott 25 , 2013
Share on Facebook Tweet it Share on Google Pin it Share it Email Ogni anno, lo studio della compagnia “Great place to work” presenta quali sono le situazioni lavorative migliori. A guidare la classifica quest’anno è il colosso di Mountain View, Google. Il motore di ricerca situato in California è […]