Disoccupazione, maggio nerissimo: -12.2%, nuovo massimo storico

giovani-lavoroIl tasso di disoccupazione nel mese di maggio 2013 ha toccato un punto mai raggiunto fino ad ora: infatti, secondo i dati elaborati dall’Istat, a maggio si è raggiunto il tasso di disoccupazione più alto dall’inizio delle serie mensili (gennaio 2004) e perfino dall’inizio delle serie trimestrali, nel 1977. La disoccupazione in Italia ha raggiunto quota 12.2%, in aumento dello 0.2% rispetto al mese precedente, aprile 2013; il dato invece è in forte crescita rispetto allo scorso anno: +1.8% rispetto al mese di maggio 2012. Sempre alto il valore della disoccupazione giovanile che, rispetto ad aprile, è comunque in calo. Infatti il tasso di disoccupazione giovanile si attesta al 38.5%, valore sempre molto alto, ma in calo del -1.3% rispetto al mese precedente. Prendendo in esame i dati del 2012, la disoccupazione giovanile è in netta crescita: +2.9%. Tornando al dato generale, si scopre come aumentino sia gli uomini che le donne disoccupate: la disoccupazione femminile si attesta al 13.2%, mentre quella maschile si attesta all’11.5%, raggiungendo il dato più alto dall’inizio delle serie storiche. Non va meglio nel resto d’Europa: infatti il tasso di disoccupazione all’interno dell’Eurozona cresce del +0.1%, toccando quota 12.1%. Adesso sono 26.4 i disoccupati all’interno dell’Unione Europea: i Paesi con una disoccupazione più elevata sono Spagna (26.9%), Grecia (26.8%) e Portogallo (17.6%). La disoccupazione giovanile nell’area Euro è in flessione dello 0.1%: siamo passati dal 23.9% di aprile, al dato di maggio, ossia 23.8%.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Saccomanni: “Fase di transizione, l’Italia vede la luce”

Mer Lug 3 , 2013
Share on Facebook Tweet it Share on Google Pin it Share it Email Un po’ di ottimismo: è quello che vuole portare il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni. Secondo il ministro Saccomanni infatti, il secondo semestre si incastra in una fase di transizione, che prelude ad un consolidamento della ripresa. Il […]