Dopo che sono stati trovati agenti cancerogeni in alcuni spray, le farmacie hanno rimosso la crema solare Johnson & Johnson dagli scaffali Reuters


2/2

© Reuters. Foto d’archivio: il 20 luglio 2016, il logo di Johnson & Johnson Healthcare è stato visto di fronte a un edificio per uffici a Zug, in Svizzera. REUTERS/Arnd Wiegmann

2/2

Autori: Manas Mishra e Michael Erman

(Reuters)-Dopo che Johnson & Johnson ha annunciato l’individuazione del cancro, le due più grandi catene di farmacie statunitensi CVS Health Corp (NYSE:) e Walgreens Boots Alliance (NASDAQ:) Inc hanno iniziato a rimuovere i prodotti per la protezione solare Johnson & Johnson (NYSE:)- Piombo alle sostanze chimiche in alcuni campioni.

L’azienda farmaceutica e di prodotti di consumo Johnson & Johnson ha richiamato volontariamente cinque filtri solari aerosol a marchio Neutrogena e Aveeno mercoledì e ha consigliato ai consumatori di smettere di usare questi prodotti e di scartarli dopo che i test interni hanno rilevato un basso contenuto di benzene in alcuni spray.

Il richiamo è stato effettuato due mesi dopo che la farmacia online Valisure ha presentato una petizione alla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, affermando di aver trovato più di una dozzina di prodotti (inclusi spray) che forniscono protezione o sollievo dalle scottature solari. livelli e lozioni.

CVS e Walgreens hanno affermato di essere conformi alle normative sui richiami.

CVS ha aggiunto di aver anche interrotto le vendite di due prodotti per il trattamento delle scottature solari nella petizione di Valisure. Altri prodotti con un contenuto di benzene superiore ai livelli raccomandati provengono da Fruit of the Earth e Sunbum, aziende private.

Le due società non hanno risposto immediatamente alla richiesta di commento di Reuters.

In base al livello e al grado di esposizione, il benzene è classificato come una sostanza che può provocare il cancro.

Le azioni di Johnson & Johnson sono scese dell’1,2% a $ 168,37. La società ha affermato che il benzene non è un ingrediente nei suoi prodotti per la protezione solare e sta indagando sulla causa della contaminazione.

La società ha dichiarato: “L’esposizione quotidiana al benzene in questi prodotti per la protezione solare aerosol raggiunge il livello rilevato nei nostri test e non si prevede che causi effetti negativi sulla salute”.

I filtri solari aerosol richiamati da Johnson & Johnson sono Neutrogena Beach Defense, Neutrogena Cool Dry Sport, Neutrogena Invisible Daily Defense, Neutrogena Ultra Sheer e Aveeno Protect + Refresh.

Un portavoce di Johnson & Johnson ha affermato che la società è in contatto con altri regolatori in merito al richiamo, aggiungendo che l’annuncio di mercoledì è in risposta ad azioni volontarie intraprese negli Stati Uniti.

Il richiamo è un altro duro colpo per Johnson & Johnson, uno dei maggiori produttori al mondo di prodotti per la salute dei consumatori. La società sta già affrontando una serie di cause legali relative ai suoi prodotti a base di talco, protesi a rete vaginale e antidolorifici oppioidi.

Uno studio condotto da scienziati della FDA nel 2020 ha scoperto che alcuni ingredienti della protezione solare vengono assorbiti nel sangue e dovrebbero essere testati per determinare se sono sicuri. Propone una norma che obbliga i produttori di creme solari a fornire informazioni aggiuntive sui principi attivi nei loro prodotti.

“La FDA valuterà e valuterà le informazioni fornite in queste petizioni dei cittadini e di solito avvierà un processo di verifica e test indipendente”, ha affermato il portavoce della FDA Jeremy Kahn (Jeremy Kahn).

Kahn ha affermato che la FDA lavorerà con i produttori per evitare che i loro test causino problemi di sicurezza.

Valisure ha presentato diverse petizioni alla FDA in merito alla presenza di agenti cancerogeni nei farmaci, inclusa la metformina per il trattamento del diabete, che è stata successivamente richiamata dalla FDA.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *