Dopo il boom delle vendite globali, il fondatore di Gymshark assume la carica di CEO


Il fondatore di Gymshark, Ben Francis, ha assunto la carica di CEO del rivenditore britannico di abbigliamento sportivo in rapida crescita mentre si prepara ad espandersi negli Stati Uniti e in altre parti del mondo.

Le vendite del gruppo sono aumentate di oltre il 50% nell’ultimo anno e nell’anno fiscale conclusosi a luglio le entrate sono aumentate da 260 milioni di sterline l’anno scorso a oltre 400 milioni di sterline.

Gymshark ha ricevuto circa 200 milioni di sterline in finanziamenti dal gestore di fondi statunitensi General Atlantic lo scorso anno e la società ha valutato l’attività a oltre 1 miliardo di sterline. Utilizza in parte questi fondi per aprire nuovi centri di distribuzione in tutto il mondo, in particolare per l’espansione nel mercato in più rapida crescita negli Stati Uniti.

Francis ha fondato l’azienda quando aveva 19 anni a Birmingham, ma ha assunto Steve Hewitt nel 2014 per aiutare l’azienda a crescere. Francis, 29 anni, è ancora l’azionista di maggioranza della società, che possiede circa il 70% delle azioni, e ha affermato di sentirsi più in grado di ricoprire il ruolo di CEO.

Francis ha affermato di aver ascoltato consigli e di aver imparato come diventare un CEO negli ultimi due anni, e ora sente che è il momento giusto. Hewitt ha affermato che sotto la guida di Francis ci sarà una “nuova era di branding e organizzazione”.

Francis ha detto che voleva che Gymshark diventasse la Nike o l’Adidas britanniche. “Negli Stati Uniti hanno i loro grandi marchi di fitness e sport. In Canada lo fanno. Lo stesso vale in Germania. E penso che Gymshark possa essere la risposta del Regno Unito a tutti questi marchi”.

Ben Francis, il fondatore di Gymshark, ha dichiarato: “Per quanto ne so, nessun amministratore delegato di una società multimiliardaria condivide il viaggio come facciamo noi”.

Supportato dal forte social media marketing e dalla promozione di “influencer” sportivi, questo rivenditore online è cresciuto rapidamente e questi “influencer” sportivi hanno attratto un pubblico giovane incentrato sul fitness. Per molti di loro Francis è un appassionato di fitness, ha pubblicato il suo video sui social media ed è il burattino del marchio.

Francis ha dichiarato che continuerà a fungere da leader del marchio dell’azienda, inclusa la pubblicazione di contenuti sui social media, anche se questi contenuti potrebbero cambiare nel tempo.

“Per quanto ne so, nessun CEO di una società multimiliardaria ha condiviso il viaggio come facciamo noi. Penso che sarà una cosa molto interessante e andremo avanti”.

Hewitt, che diventerà amministratore delegato, ha affermato che le transazioni dell’azienda in tutti i mercati sono molto buone. Gli Stati Uniti sono il mercato più grande del marchio, con il 40-45% delle vendite, seguiti da Regno Unito, Germania, Canada, Australia e Nord Europa. È venduto in più di 150 paesi. Gymshark ha circa 500 dipendenti, ma spera di aumentarlo a circa 800 entro la fine dell’anno.

“Il nostro budget ha superato le nostre aspettative”, ha detto Hewitt. “A causa del Covid, le attività online hanno alcuni vantaggi: le abitudini di acquisto delle persone sono cambiate, ovviamente nel primo round di blocchi, perché non hai condiviso i loro portafogli con bar, vacanze o ristoranti”.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *