“Durata più lunga”: gli investitori scommettono che gli acquisti di obbligazioni della Banca centrale europea continueranno


Gli investitori scommettono che la nuova strategia della Banca centrale europea significa che continuerà ad acquistare obbligazioni, spingendo così al ribasso i rendimenti della zona euro. Ma la banca centrale ha ancora del lavoro da fare per convincere il mercato di poter raggiungere l’obiettivo di inflazione rivisto.

Christina Lagarde è consapevole della sfida, presidente della Banca centrale europea Dillo ai tempi finanziari financial Questo mese, “la prova del budino sarà mangiare”.

Gli osservatori della Banca centrale europea vedranno come verrà implementata la nuova strategia quando la nuova guida alla politica monetaria sarà pubblicata giovedì.

La maggior parte degli investitori si aspetta che Lagarde dica che la Banca centrale europea rafforzerà il suo programma di acquisto di obbligazioni dopo la fine del piano di acquisto di emergenza pandemico (PEPP) del prossimo anno da 185 milioni di euro e sarà più paziente prima di aumentare i tassi di interesse. Ma non sono sicuri di quanto siano aggressive le nuove linee guida e di quale differenza faranno.

Elga Bartsch, responsabile dell’economia e delle ricerche di mercato presso il BlackRock Institute for Investment, ha dichiarato: “La Banca centrale europea ha ridotto significativamente la possibilità di un inasprimento prematuro”. “

Martedì il rendimento delle obbligazioni tedesche a 10 anni è sceso a meno 0,41%, il livello più basso da febbraio, poiché le preoccupazioni sulla mutazione del coronavirus Delta sono aumentate, stimolando la domanda di asset sicuri.Ma dopo la Banca centrale europea, le obbligazioni dell’Eurozona sono rimbalzate per riassumere Due settimane fa, la sua revisione strategica di 19 mesi ha concordato una semplificazione, leggermente superiore Obiettivo di inflazione 2%.

Robert Tipp, capo delle obbligazioni globali di PGIM Fixed Income, ha dichiarato: “Oltre al PEPP, ci sarà un serio piano di acquisto. È difficile immaginare che non enfatizzeranno questo messaggio. “Questo è in definitiva un supporto obbligazionario”.

Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea ha anche convenuto che le sue politiche devono essere particolarmente “potenti e durevoli” quando si opera in un mondo di bassi tassi di interesse e bassa inflazione (come lo è ora), che secondo lui potrebbe significare un lieve e temporaneo superamento del suoi nuovi obiettivi.

Questo non è buono come il Federal Reserve Board, che Decidere L’obiettivo di inflazione media è stato adottato lo scorso anno. Tuttavia, gli economisti si aspettano che le ultime indicazioni sull’inflazione della Banca centrale europea possano temporaneamente superare il suo obiettivo.

Lagarde ha promesso che le nuove linee guida saranno “sempre più chiare” con meno termini.lei era Dillo al Financial Times: “Quando diciamo che la nostra risposta deve essere particolarmente forte o duratura, penso che la persistenza sia proprio per dimostrare che non stringeremo prematuramente”.

Luigi Speranza, capo economista globale di BNP Paribas, ha affermato che la Banca Centrale Europea, attraverso il suo PEPP, acquista 80 miliardi di euro di obbligazioni ogni mese e “ha preso provvedimenti forti”, aggiungendo: “Ora dicono che con la perseveranza, rimarrà forte per un periodo di tempo più lungo.”

Ha affermato che un modo in cui ciò può essere fatto è “riflettersi ovviamente nell’effettiva dinamica dell’inflazione sottostante” prima di considerare di raggiungere il nuovo obiettivo-Isabel Schnabel, direttore esecutivo della Banca centrale europea Già detto Due volte nelle ultime settimane.

Ciò significa che presterà attenzione anche all’inflazione di fondo, eliminerà i prezzi volatili dell’energia e dei generi alimentari e attenderà una forte evidenza che continuerà a salire in conformità con l’obiettivo del 2%. Ciò può anche indicare che i salari devono aumentare a un ritmo sano prima che possano reagire.

“Con il rilascio del nuovo quadro strategico, la Banca centrale europea ha aperto le porte a una strategia più moderata”, ha affermato Krishna Guha, vicepresidente di Evercore ISI. “Ora deve attraversarlo.”

La Banca Centrale Europea ha una forte influenza sul mercato obbligazionario: dall’inizio del 2020 ha acquistato la quasi totalità dei titoli di Stato di nuova emissione dell’Eurozona, facendole detenere circa il 42% di tutto il debito sovrano dell’Eurozona.

Gli investitori cercheranno anche eventuali segnali che il normale programma di acquisto di attività della Banca centrale europea, ancora operativo a un tasso di 20 miliardi di euro al mese, si espanderà fino a 40-60 miliardi di euro e sarà più flessibile per mantenere livelli elevati quando il PEPP uscirà. misure di stimolo.

L’economista di Barclays Silvia Ardagna prevede che la Banca centrale europea acquisterà altri 700 miliardi di euro di attività il prossimo anno, aggiungendo: “Il messaggio chiave della guida futura rivista della Banca centrale europea sarà ‘facile per un tempo più lungo'”.

Tuttavia, è improbabile che l’istituto con sede a Francoforte fornisca dettagli sulla cessazione del PEPP prima delle prossime previsioni economiche di settembre, quando avrà una migliore comprensione dell’impatto del Delta Coronavirus sulla crescita economica.

L'istogramma dell'Indice Armonizzato dei Prezzi al Consumo (variazione percentuale annua) mostra che dalla crisi finanziaria, l'inflazione nella zona euro è stata soppressa

Allo stesso tempo, dato il lungo termine e straordinario Inflazione bassaNonostante l’abbassamento dei tassi di interesse a valori negativi e l’acquisto di migliaia di miliardi di euro in attività, dalla crisi finanziaria del 2008, il tasso di inflazione dell’Eurozona è stato in media solo dell’1,2%.

Gli swap sull’inflazione a 5 anni in euro a 5 anni – un indicatore popolare delle aspettative di inflazione a lungo termine basate sul mercato che sono attentamente osservati dalla banca centrale – sono attualmente scambiati solo all’1,56%, sebbene l’attuale inflazione sia rimbalzata con la riapertura dell’economia .

Andrew Bosomworth, amministratore delegato di Pimco, ha dichiarato: “La Banca centrale europea ha sollevato la questione di come raggiungere questo obiettivo più ambizioso da un punto di partenza così basso utilizzando gli stessi vecchi strumenti. “Questo crea un problema di credibilità e pensiamo che sopprimerà le aspettative di inflazione”.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *