Electrolux trasforma le perdite in profitti, avverte la catena di approvvigionamento Reuters


© Reuters.

STOCCOLMA (Reuters) – Il più grande produttore europeo di elettrodomestici Electrolux ha annunciato martedì che il suo utile operativo per il secondo trimestre è stato inferiore alle attese e ha avvertito che i problemi della catena di approvvigionamento globale peggioreranno nei prossimi mesi.

La società svedese ha registrato un utile operativo di 1,98 miliardi di corone (227,6 milioni di dollari), rispetto a una perdita di 62 milioni di corone nello stesso periodo dello scorso anno, e le vendite sono aumentate del 39%, ma le consegne irregolari di componenti hanno limitato la produzione.

Si tratta di una cifra inferiore ai 2,13 miliardi previsti dagli analisti intervistati da Refinitiv.

“La forte domanda unita alla carenza di offerta globale, in particolare per i componenti elettronici, continua ad essere

Risolto con successo”, ha dichiarato il CEO Jonas Samuelson in una nota.

“Tuttavia, l’efficienza della produzione e la corrispondenza del mix della domanda sono influenzate negativamente dalla consegna irregolare”.

La società ha affermato che l’inasprimento della catena di approvvigionamento globale nella prima metà dell’anno avrà un impatto maggiore nella seconda metà dell’anno.

Ha ribadito che la domanda dovrebbe iniziare a normalizzarsi nella seconda metà dell’anno, sebbene vi siano significative differenze regionali guidate dallo sviluppo della pandemia e dai programmi di stimolo del governo.

Electrolux ha dichiarato lunedì sera che aumenterà la sua politica dei dividendi da almeno il 30% a circa il 50% delle entrate annuali e ha proposto di distribuire 17 corone per azione tramite il rimborso delle azioni quest’anno.

Ha inoltre affermato che prevede di riacquistare più azioni nel tempo.

(1 USD = 8.6991 Corona Svedese)

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *