FCA-Psa: accordo raggiunto, nasce il quarto costruttore di auto al mondo

Dopo le incertezze delle ultime settimane, è arrivata stamattina l’ufficialità della fusione tra FCA-Psa. L’accordo darà vita al quarto produttore automobilistico del mondo, con una vendita annuale di oltre 8 milioni di veicoli.

E’ stato stabilito dal consiglio di amministrazione che John Elkann sarà Presidente della compagnia, mentre Carlos Tavares sarà CEO. Si stimano ricavi congiunti per circa 170 miliardi di euro. Eliminato il pericolo di chiusura di alcuni stabilimenti. Inoltre, il flusso di cassa sarà in positivo già dal primo anno.

L’ok alla fusione è arrivato in mattinata, prima dell’apertura della Borsa. Nella giornata di ieri, il consiglio di sorveglianza Peugeot aveva dato parere positivo e, congiuntamente, era arrivato il via libera anche dal consiglio d’amministrazione di Fiat Chrysler Automobiles.

Ora il gruppo si piazza subito dietro Volkswagen, Toyota e Renault-Nissan-Mitsubishi per vendite e ricavi.

L’aspetto più positivo dell’accordo riguarda una più equilibrata distribuzione territoriale. Si prevede, infatti, che il 46% dei profitti verrà dall’Europa, mentre il 43% dal Nord-America. La nuova sede legale sarà in Olanda, mentre il titolo della compagnia verrà quotato alle Borse di di Parigi, Milano e New York.

Altrettanto equilibrati saranno i posti nel consiglio di amministrazione, dato che si tratta di una società paritetica al 50%. Tuttavia, il gruppo francese avrà un uomo in più al consiglio, ovvero il CEO Carlos Tavares, con un primo mandato di 5 anni.

Per gli azionisti delle due aziende si prospetta un periodo di ottimi guadagni. Infatti, Fca distribuirà un dividendo straordinario di 5,5 miliardi. Mentre Psa compenserà i propri investitori col 46% dell’azienda di componentistica controllata Faurecia.

Borse e Mercati: Piazza Affari la migliore con accordo Fiat Peugeot

Dopo i massimi raggiunti nei giorni scorsi, gli indici europei si muovono cauti nella seduta odierna di mercato. Per oggi si attendono gli indicatori macro, con gli investitori che rimangono, per il momento, alla finestra.

Spicca Piazza Affari che si muove in positivo, grazie al comparto societario. La notizia del via libera di Fca-Psa all’accordo per la fusione, ha portato i titoli delle due compagnie in rialzo.

Oltreoceano, sarà una giornata concentrata su Donald Trump. La Camera statunitense, probabilmente, approverà oggi i due articoli di legge per l’impeachment di Trump. Il Presidente USA, tuttavia, per il momento sembra ancora godere della protezione del Senato a maggioranza repubblicana, come sottolineato dagli analisti di Mps Capital Services.

Nel frattempo, il numero uno della Casa Bianca è tornato a chiedere alla Fed di essere più accomodante. Con il taglio dei tassi e il lancio del Qe.

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *