Fiat, Marchionne: “Primo trimestre in linea con nostre attese”

L’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, ha confermato durante una intervista al termine dell’assemblea degli azionisti di Sgs, di cui é presidente, che “il primo trimestre della Fiat è in linea con nostre attese“.

[ad]

L’ad. della casa automobilistica prosegue spiegando che “il mercato dell’auto, come si sapeva, non sta andando bene, ma i risultati del gruppo saranno decorosi nel primo trimestre in quanto stiamo smaltendo il portafoglio accumulato fino a fine dicembre. Andando avanti senza incentivi il resto del 2010 in Italia e anche in Europa segnerà una flessione, che nel Vecchio Continente é prevista intorno al 16%, mentre in Italia perderemo 300-350mila vetture a 1,750 milioni”.

Marchionne poi si concentra sul mercato NordAmericano. “Il loro mercato é già ripartito, per l’Europa ci vorrà pazienza fino al 2011-12. In Italia bisogna svuotare il tubo dall’impatto incentivi, si deve tornare al livello normale di capacità perché gli incentivi hanno anticipato il volume, hanno sforzato il sistema. Ma ora non ci sono più e bisogna gestire la situazione” spiega l’a.d. della Fiat.

Sugli accordi all’estero della casa automobilistica torinese, Marchionne ha dichiarato che “la Fiat negoziava solo con Bmw e solo su una vettura ma per il momento ognuno é andato per i fatti suoi. Poi vediamo. Con Chrysler ci siamo trovati un partner che fa 2 milioni di vetture in America, poi abbiamo molti partner per il mondo, dobbiamo smaltire una mole di lavoro bestiale”.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *