Fisco, l’evasione media per ogni italiano è di 2.093 euro

Uno dei problemi legati alla crisi economica del nostro paese è senza dubbio l’alto tasso di evasione fiscale. Il numero degli evasori fiscali e la quota di tasse non pagate è molto alto, uno studio ha provato a quantificare quanto evadono gli italiani ed in che modo. Secondo lo studio sull’economia non osservata, l’evasione fiscale maggiore si concentra nel Centro Italia, con una quota pari al 17.4%, seguito dal Nord (14.8%), mentre la quota del Sud Italia è inferiore al dieci percento (7.9%). Secondo i dati, ogni italiano “nasconde” in media 2.093 euro, pari al 13.5% del proprio reddito. Una cifra che si impenna in caso di doppio lavoro: infatti il tasso di evasione per chi ha due lavori si attesta al 44.6%, mentre supera il 50% per chi è un lavoratore autonomo o è un imprenditore (56.3%). Ma è clamoroso il dato sugli immobili: l’evasione fiscale legata proprio ai redditi relativi agli immobili infatti tocca la quota dell’83.7%.
A contribuire in maniera sensibile all’evasione fiscale, c’è anche il lavoro in nero: nel 2008, ultima annata di dati disponibili, l’evasione oscillava fra un minimo di 255 miliardi di euro ed un massimo di 275 miliardi, il 37% del totale è proprio dovuto al lavoro non regolare. Facendo una scansione generale, si scopre come ad evadere le tasse siano più gli uomini che le donne (17.3% degli uomini, contro il 9.9% delle donne), sicuramente più i giovani degli anziani: infatti l’evasione sotto i 44 anni è pari al 19.9%, mentre scende al 10.6% nella fascia d’età compresa fra i 44 e 64 anni, per assottigliarsi ulteriormente al 2.7% per gli over 64.

Pietro Gugliotta

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *