Francia e Germania varano l’accordo per il salvataggio della Grecia

I 16 paesi dell’Eurozona hanno detto sì all’accordo di salvataggio della Grecia proposto da Francia e Germania. Alla base dell’intesa c’è un mix di finanziamenti Ue-Fmi, nel quale gli interventi dei paesi euro diventerebbero maggioritari, solo qualora Atene non riuscisse più a finanziare il proprio debito sul mercato.

[ad]

Il compromesso raggiunto tra Francia e Germania, ha dato il via anche alla creazione di un “governo economico” che punta a rafforzare la sorveglianza sui conti pubblici di Eurolandia. Prima della ratifica da parte dei paesi Euro, il vertice di risoluzione è stato presenziato sostanzialmente da Angela Merkel, Nicolas Sarkozy, Herman Van Rompuy (presidente dell’Unione) e da Jean-Claude Trichet (presidente della BCE).

Nel testo dell’intesa è specificato che ci saranno in pratica, a livello di salvataggio, prestiti bilaterali coordinati e volontari da parte dei vari paesi, che contribuiranno in base alla propria quota nel capitale della Banca Centrale Europea. Sull’ammontare dei finanziamenti ci sono poche informazioni, ma alcune voci non ufficiali, parlano di 22 miliardi di euro. In ogni caso i prestiti bilaterali dovranno essere concessi a tassi di mercato.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *