Giovani, è fuga dall’Italia: nel 2012 l’emigrazione cresce del +30%

giovaniI dati riportati in questi giorni dall’Aire sono piuttosto preoccupanti: l’Anagrafe della popolazione Italiana Residente all’Estero ha mostrato un pesante aumento dell’emigrazione dei giovani italiani all’estero. La ricerca, presentata all’interno di una trasmissione radiofonica in onda su Radio 24, ha presentato dati inequivocabili: i giovani italiani sono in fuga dall’Italia. Rispetto al 2011, l’anno appena trascorso ha visto un aumento dell’emigrazione italiana all’estero del 30%. In termini pratici, si è passati dai 60.635 cittadini emigrati all’estero del 2011 ai 78.941 che sono fuggiti dall’Italia nel 2012. Il 56% di questi emigranti è di sesso maschile, mentre le donne sono solo il 44%; per quello che riguarda i più giovani, il 44.8% del totale degli emigranti è un giovane, compreso cioè nella fascia di età fra i 20 e 40 anni. L’aumento dei giovani in fuga dall’Italia è pari al 28.3%. Per quello che riguarda la localizzazione degli emigrati, è la Lombardia la regione che perde più cittadini, con oltre 13 mila partenze, seguita dal Veneto (7.456 emigrati) e dalla Sicilia, con poco più di sette mila partenze. Dove vanno gli italiani una volta lasciata la nostra Terra? Secondo questa ricerca, l’Europa è il continente preferito: il 62.4% degli emigrati si stabilisce in Europa, con la Germania come meta preferita, seguita da Svizzera, Gran Bretagna e Francia. Segue l’America del Sud, con Argentina e Brasile, gli Stati Uniti ed altri paesi europei come Belgio e Spagna.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *