Gli scienziati avvertono di revocare tutte le restrizioni Covid in Inghilterra a giugno


Due scienziati che hanno fornito consigli al governo hanno avvertito di non preoccuparsi di revocare tutte le restanti restrizioni sul coronavirus in Inghilterra il 21 giugno, poiché le persone hanno iniziato a preoccuparsi per la continua diffusione della variante B.1.617.2 originariamente scoperta in India.

Il professor Ravi Gupta, membro del New and Emerging Respiratory Virus Threat Advisory Group (Nervtag), ha affermato che le nuove varianti hanno innescato “una crescita esponenziale nel numero di nuovi casi” e ha esortato il governo a posticipare il piano di sblocco di giugno. “poche settimane”.

A titolo personale, ha riferito a BBC Radio 4 Al giorno d’oggi Procedura: “Tutte le onde sono iniziate con un piccolo numero di casi di brontolio in sottofondo e poi esplosioni esplosive, quindi … quello che vediamo qui sono segni di una marea prematura.”

con Fino a tre quarti In tutti i nuovi casi che coinvolgono la variante B.1.617.2, Gupta ritiene che siano necessari più dati prima di rimuovere ulteriori restrizioni. Secondo la roadmap del governo, tutte le restrizioni legali sui contatti sociali saranno revocate dal 21 giugno.

Ha detto: “Non credo che la gente stia dicendo che dovremmo abbandonare completamente la data del 21 giugno, ma rimandarla di alcune settimane in modo da poter raccogliere più informazioni e osservare la traiettoria più chiaramente”. costi e benefici di sbagliare, penso che questo sia a favore del ritardo, quindi penso che questa sia la chiave “.

Nelle ultime settimane, altri membri di Nervtag Ha anche espresso preoccupazione Nella diffusione di nuove varianti.

Lunedì il ministro ombra del lavoro Jonathan Ashworth (Jonathan Ashworth) ha esortato il ministro a “imparare dagli errori precedenti”, aggiungendo che la minaccia più grande rimane “l’incompetenza” del ministro.

Ha detto: “La decisione sulla politica di confine è lenta e lenta, portando all’ingresso di tali varianti, continuando a mancare di un adeguato supporto di autoisolamento, e lo stallo con il direttore della sanità pubblica locale sulla politica di vaccinazione non è riuscito a contenere questa situazione. “

Da lunedì 3.383 Nuovi casi di infezione sono stati segnalati in tutto il Paese, in aumento rispetto ai 3.240 segnalati il ​​giorno prima. Sempre lunedì, la Francia è diventata l’ultimo paese europeo a imporre restrizioni sui viaggi non essenziali dal Regno Unito alla Francia.

Allo stesso tempo, il professor Adam Finn, membro del comitato misto sui vaccini e l’immunizzazione, ha anche esortato le persone a revocare le restrizioni e ha espresso cautela: “Penso che sia un peccato che tutti abbiano questo giorno speciale perché dobbiamo davvero fare per capire come la situazione è e aggiustati di conseguenza.

Ha detto a ITV: “In passato abbiamo fatto le cose sbagliate troppo tardi, ritardato il processo decisionale e alla fine lo abbiamo respinto causando molte infezioni”. Buongiorno Gran Bretagna, Parla a titolo personale.

Più di 39 milioni di persone nel Regno Unito hanno ricevuto una dose del vaccino e 25,5 milioni di persone sono state ora completamente vaccinate.Gli obiettivi dei ministri sono Vaccinare tutte le persone di età superiore a 50 secondi Prima della proposta politica di allentamento di giugno, sono stati utilizzati entrambi i jab.

Gli ultimi dati del vaccino provengono da Public Health England Si precisa che sono necessarie due dosi di vaccino per ottenere la massima protezione contro la variante B.1.617.2.

I dati PHE mostrano che il tasso effettivo di due dosi di vaccino BioNTech / Pfizer è dell’88%, mentre il tasso effettivo di due dosi di vaccino Oxford / AstraZeneca è del 60%. Una dose di ciascun vaccino è efficace solo al 33% contro questa variante.

Il ministro dell’Ambiente George Eustice ha dichiarato lunedì che mentre il governo continua a monitorare gli ultimi dati, la decisione finale sull’annullamento del piano sarà annunciata al pubblico il 14 giugno.

Eustice ha detto alla BBC: “Non possiamo escludere nulla perché sappiamo che si tratta di una pandemia difficile e di una situazione dinamica”. “Il Primo Ministro ha sempre detto che farà un passo alla volta. Passo”.



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *