Gli Stati Uniti somministrano quasi 330 milioni di dosi di vaccino contro il COVID-19


© Reuters. Foto del file: il 18 maggio 2021, una donna è stata vaccinata contro il COVID-19 in una clinica a Philadelphia, Pennsylvania, USA. REUTERS/Hannah Beier/File Photo

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno dichiarato sabato che a partire da sabato mattina gli Stati Uniti hanno ricevuto 329.970.551 dosi del vaccino COVID-19 nel paese e ne hanno distribuite 383.067.560.

Questi numeri sono superiori alle 328.809.470 dosi di vaccini dichiarate dal CDC.A partire dal 2 luglio 382, ​​sono state messe in uso 636.520 dosi di vaccini.

L’agenzia ha affermato che a partire da sabato 182.109.860 persone hanno ricevuto almeno una dose del vaccino, mentre 156.982.549 persone sono state completamente vaccinate.

Le statistiche CDC includono due dosi di vaccino Moderno (NASDAQ:) e Pfizer/BioNTech, così come Johnson & Johnson (NYSE:) un vaccino monouso a partire dalle 6:00 fuso orario della costa orientale di sabato.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *