Goldman Sachs: utili sopra le attese

Una fine anno degna di nota quella di Goldman Sachs, una delle più grandi e affermate banche d’affari del mondo, che si dimostra una vera e propria macchina da soldi. Nell’ultimo trimestre del 2009 la società ha segnato dei profitti netti per 4,95 miliardi di dollari, portando così il saldo dell’intero anno a quota 13,39 miliardi di dollari. Ogni azione ha segnato un utile di 8,20 dollari, contro la perdita di 4,97 dollari per azione rilevata nello stesso trimestre del 2008.

[ad]

Gli analisti avevano comunque stimato un utile per azione inferiore, pari a 5,1 dollari. L’utile per azione nell’intero 2009 supera così i 22 dollari, con un dividendo di 35 centesimi per azione. A livello globale la società finanziaria ha ottenuto dei ricavi netti per 9,62 miliardi di dollari, una cifra però inferiore alle stime che riportavano un importo di 9,65 miliardi. L’ammontare accantonato per compensi e bonus e sceso del 20% rispetto al 2007. Il gruppo ci ha tenuto a precisare che il totale compensi è stato tagliato in virtù di uno stanziamento di ben 500 milioni di dollari a favore di un’istituzione benefica.

La maggior parte dei ricavi proviene dalla divisione investment banking, che proprio nel quarto trimestre 2008 ha generato ricavi per 1,64 miliardi, segnando una formidabile crescita del 58% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, e del 82% rispetto al terzo trimestre 2008. Davvero risultati eccellenti, che hanno superato qualsiasi previsione, facendo della Goldman Sachs l’unico colosso finanziario americano a chiudere l’ultimo trimestre del 2009 sopra le aspettative.

Giuseppe Raso

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *