Greensill utilizza i prestiti dei contribuenti per ridurre l’esposizione a Sanjeev Gupta


Greensill Bank ha utilizzato prestiti garantiti dallo stato di tre governi europei per ridurre la sua esposizione alle società di proprietà di Sanjeev Gupta, evidenziando la potenziale esposizione dei contribuenti al travagliato impero economico del gigante del metallo.

Il piano descritto in un documento visto dal Financial Times fornisce approfondimenti sulla strategia utilizzata da Greensill Bank nel tentativo di rassicurare i regolatori preoccupati per i rischi dei prestiti Gupta GFG Alliance.

Il gruppo finanziario della catena di approvvigionamento Greensill Capital è crollato a marzo, innescando Scandalo politico e finanziario internazionaleIl rapporto tra il prestatore e Gupta è attualmente un focus Investigazione criminale Convertito in GFG dal Serious Fraud Office del Regno Unito.

L’anno scorso, la filiale bancaria di Greensill a Brema ha affrontato un aumento La pressione del regolatore finanziario tedesco BaFin Al fine di ridurre il suo elevato numero di prestiti a GFG.

Secondo un rapporto dei dirigenti della banca, in risposta, Greensill Bank ha sviluppato un piano per compensare il suo rischio di credito utilizzando garanzie governative fornite nell’ambito delle misure economiche di Covid.

Alla fine di luglio 2020, Greensail Bank ha scritto a BaFin delineando un piano in base al quale verranno forniti prestiti garantiti dal governo a tre società GFG di Francia, Italia e Repubblica Ceca come garanzia della banca a GFG Cash collateral per i prestiti esistenti. Relazione di Michael Frege, manager dello studio legale tedesco CMS Hasche Sigle.

Il rapporto ha spiegato che il rischio di credito di Greensill Bank per GFG sarà trasferito al governo. Secondo il rapporto del manager, al momento del crollo di Greensill, GFG doveva alle sue banche a Brema più di 2,8 miliardi di euro.

Le società GFG in Francia, Italia e Repubblica Ceca hanno ricevuto quattro prestiti per un valore totale di 190 milioni di euro e i rispettivi governi hanno fornito garanzie dell’80% o 90% del valore del prestito.

Lo stabilimento Alvans Aluminium Group, gestito da GFG Alliance Ltd, si trova a Dunkerque, in Francia. GFG è stata colpita dal crollo di Greenhill e ora sta cercando di ripagare i suoi creditori © Thierry Monasse/Bloomberg

Secondo quanto riferito, l’avvocato che lavora per l’amministratore sta esaminando la validità della garanzia del prestito.

Oltre al prestito garantito dai contribuenti di 400 milioni di sterline fornito a otto società collegate a Gupta nell’ambito del programma di prestito per l’interruzione delle grandi imprese del Regno Unito per il Coronavirus, anche questi prestiti sono stati approvati.Il Financial Times ha precedentemente riferito che Gupta ha riorganizzato la sua attività l’anno scorso Massimizza l’importo del prestito sostenuto dai contribuenti del Regno Unito Può ottenerlo dal piano.

In Francia, la National Investment Bank BPI ha sostenuto due prestiti forniti da Bank Greensill ad Alvance Aluminium Group a 17 milioni di euro e 10 milioni di euro. Liberty Magona Srl fa parte del business siderurgico di GFG e ha ricevuto un finanziamento di 86 milioni di euro garantito dall’agenzia italiana di credito all’esportazione Sace. Allo stesso tempo, in Repubblica Ceca, l’impresa siderurgica di GFG Liberty Ostrava ha ricevuto un prestito di 76 milioni di euro sostenuto dall’agenzia di credito all’esportazione del paese Egap.

L’intero gruppo è rimasto scioccato dal crollo di Greensill, il suo più grande prestatore. GFG sta ora cercando di rifinanziare e rimborsare i creditori.

Gestione della banca Greenhill Investigazione criminale Dopo che BaFin ha presentato una denuncia per sospetta manipolazione del bilancio, la banca ha ordinato la sospensione dell’attività della banca all’inizio di marzo. Una verifica forense condotta da KPMG ha rilevato che Greensill Bank “non è stata in grado di fornire prove dell’esistenza di crediti acquistati dalla GFG Alliance nel suo bilancio”.

GFG e Greensill hanno rifiutato di commentare.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *