Gupta lotta con gli sforzi dei finanziatori per ottenere il controllo delle fabbriche di alluminio


Dopo che una società di private equity statunitense ha intrapreso un’azione legale nel Regno Unito per assumere il controllo, Sanjeev Gupta sta cercando di mantenere uno stabilimento belga di alluminio.

La Gupta Metals Group GFG Alliance, oggetto di indagine da parte del Serious Fraud Office del Regno Unito, si è impegnata per rifinanziare Dopo il crollo del suo principale finanziatore, Greensill Capital, il suo debito ha superato i 5 miliardi di dollari.

Ma il prestatore del laminatoio Duffel di GFG fuori da Anversa, persone che hanno familiarità con la questione, hanno affermato che la società è una società di private equity che American Industrial Partners ha avviato la scorsa settimana.

L’AIP è riuscita a persuadere il tribunale a nominare i gestori della holding britannica proprietaria del bene. Questo processo potrebbe comportare il trasferimento della proprietà dello stabilimento di Duffel all’AIP, titolare di 59 milioni di dollari di debito.

GFG e AIP non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

La causa è l’ultima Una serie di sfide legali Gupta aveva affrontato creditore quest’anno.Questo industriale di origine indiana di recente Ottieni la libertà vigilata Credit Suisse è un importante investitore nel debito di Greensill e la società ha precedentemente cercato di costringere alcune delle sue società a chiudere a causa di debiti insoluti. Allo stesso tempo, GFG ha dichiarato che avrebbe “collaborato pienamente” con l’indagine dell’OFS annunciata a maggio.

La sfida dell’AIP può complicare il problema Il prestito di salvataggio recentemente negoziato da Gupta Il commerciante di materie prime Glencore ha proposto di rifinanziare il debito della sua attività europea di alluminio. La società mineraria e commerciale quotata a Londra ha offerto di rifinanziare oltre 500 milioni di dollari di debito per lo stabilimento di Duffel e il suo stabilimento gemello francese a Dunkerque con un nuovo prestito di sei anni.

All’inizio di quest’anno, l’AIP ha acquisito tutti i debiti dello stabilimento di Duffel e parte dei debiti della fonderia di alluminio di Dunkerque, e ha fatto un’offerta a Gupta per l’acquisto di questi due asset.

In una nota al senior management della scorsa settimana, Gupta ha confermato che il gruppo ha respinto l’offerta di AIP per questi due asset, aggiungendo che l’obiettivo di GFG è “utilizzare le strutture concordate con Glencore per regolarli amichevolmente. Debiti”.

Tuttavia, le persone che hanno familiarità con la questione hanno affermato che ciò potrebbe indurre Gupta a mantenere il controllo della fonderia francese, ma trasferire il controllo dell’acciaieria belga alla società di private equity statunitense.

Glencore è principalmente interessata alla fonderia di alluminio di Dunkirk, che è la più grande fonderia di alluminio in Europa e produce 280.000 tonnellate di metallo leggero all’anno. Questa transazione consentirà a Glencore di ottenere metalli vendibili attraverso il suo grande braccio commerciale.

Gupta ha dichiarato in una nota ai dipendenti che GFG ha raggiunto un accordo con un gruppo quotato a Londra e concorrente Trafigura per fornire materie prime a Dunkirk e Duffel, e Glencore fornirà anche “assistenza nella commercializzazione del prodotto e fornirà strutture di copertura”.

Gupta ha dichiarato: “Questi accordi contribuiranno a garantire le esigenze di capitale circolante dell’azienda e ci consentiranno di ridurre il rischio dell’azienda sfruttando gli attuali prezzi elevati”.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *