Hancock prevede di fornire il vaccino Covid agli adolescenti entro la fine dell’anno


Il segretario alla salute britannico Matt Hancock ha dichiarato domenica che la Gran Bretagna sta pianificando di fornire vaccini contro il coronavirus ai bambini di età superiore ai 12 anni entro la fine dell’estate.

Dopo che il ministro della Salute britannico ha fatto un commento Approvare Venerdì, l’agenzia di regolamentazione dei farmaci e dei prodotti sanitari ha vaccinato i bambini di età compresa tra 12 e 15 anni con il vaccino BioNTech/Pfizer.

Hancock ha affermato che ascolterà le raccomandazioni del Comitato congiunto sulla vaccinazione e l’immunizzazione (JCVI) per imparare come e quando vaccinare i bambini di età superiore ai 12 anni.

Hancock ha dichiarato a Sky News: “Sono molto contento che il regolatore abbia esaminato i dati con molta attenzione, con il tipico rigore e indipendenza, e si sia alzato in piedi per dire che è sicuro ed efficace per le persone di età superiore ai 12 anni. Ascolta JCVI’s consiglio e metterlo in pratica. “

Hancock ha scritto sul Sunday Telegraph: “L’ultimo [Covid-19] Casi si sono verificati nei bambini”.

Il vaccino lanciato nel Regno Unito ha ora vaccinato più di 40 milioni di persone con la prima dose, è attualmente in fase di vaccinazione per le persone con più di 30 anni e il processo sarà aperto agli adulti sotto i 30 anni la prossima settimana.

Tuttavia, il governo “tra poche settimane” elaborerà un piano “come e se” per vaccinare i giovani nel corso dell’estate.

Hancock ha affermato che i giovani sono “molto negativamente” colpiti dal coronavirus “molto, molto rari”, ma ha affermato che ci sono alcuni Covid cronici tra i bambini. “È fondamentale che possano trasmetterlo… La trasmissione tra i bambini ha un impatto sugli altri”, ha detto.

Ha aggiunto che quando singoli bambini vengono infettati dal virus, la vaccinazione può anche impedire l’interruzione delle scuole.

Tuttavia, il Regno Unito sta affrontando una crescente pressione per fornire più vaccini ai paesi in via di sviluppo più rapidamente.

Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tan Desai, ha recentemente esortato i paesi a riconsiderare la vaccinazione di bambini e adolescenti, perché molti paesi a basso reddito non hanno nemmeno abbastanza scorte per vaccinare gli operatori sanitari.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha esortato i leader del Gruppo dei Sette paesi a rafforzare gli sforzi globali prima del vertice della Cornovaglia di questa settimana per vaccinare tutti nel mondo entro la fine del prossimo anno.

Secondo il rapporto del “Sunday Times”, il Regno Unito si impegnerà a fornire più di 100 milioni di dosi di vaccino contro il coronavirus ai paesi in via di sviluppo, superando gli 80 milioni di dosi promesse dagli Stati Uniti la scorsa settimana.

Hancock ha dichiarato che il governo britannico ha dato grandi contributi e ha insistito su AstraZeneca e Università di Oxford Verrà venduto a prezzo di costo, il che fornirà un enorme impulso a molti paesi a basso e medio reddito.

“Sono molto felice di avere un dibattito globale… su come possiamo fare di più per vaccinare il mondo”, ha detto. “Ma questo paese ha fatto di più per garantire il costo della vaccinazione Oxford/AstraZeneca rispetto a qualsiasi altro paese”.

L’ex primo ministro laburista Tony Blair ha sostenuto domenica che a coloro che hanno subito due colpi dovrebbe essere data maggiore libertà personale. Blair ha affermato: “Non ha senso trattare le persone che sono state vaccinate allo stesso modo delle persone che non sono state vaccinate” e ritiene che le misure di rilassamento per coloro che sono state vaccinate incoraggeranno gli altri a seguire l’esempio.

Hancock ha affermato che questo problema verrà risolto attraverso una revisione della certificazione Covid guidata dal ministro dell’Ufficio di Gabinetto Michael Gove, che sarà presto segnalata.

Il ministro della Salute ha affermato che i viaggi internazionali richiedono inevitabilmente la prova della vaccinazione o dei test perché altri paesi lo richiederanno. “A casa, non ci siamo ancora stati”, ha detto.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *