Hyundai Motor Group insegue i produttori di chip locali per ridurre il rischio di carenze Reuters


© Reuters. Foto del file: 21 aprile 2020, presso lo Hyundai Motor Studio di Goyang, Corea del Sud, un dipendente che indossa una maschera per proteggersi dalla malattia del coronavirus (COVID-19) attende i clienti accanto a un veicolo Hyundai Motor. REUTERS/Kim Hong-Ji

Autore: Heekyong Yang

SEOUL (Reuters) – Quattro persone che hanno familiarità con la questione hanno detto a Reuters che Hyundai Motor Group sta negoziando con le società di chip sudcoreane per aiutarla a ridurre la sua dipendenza dalle forniture estere, poiché le carenze globali hanno causato la chiusura delle catene di montaggio delle case automobilistiche globali.

Secondo due persone che hanno familiarità con la situazione, i funzionari di Hyundai Motor hanno incontrato aziende locali “fabless” che progettano chip ma esternalizzano la produzione a società come TSMC e Samsung Electronics (OTC:) Co Ltd perché stanno lavorando all’esplorazione di una strategia a lungo termine per diversificare meglio la filiera è nella società fabless locale che incontra Hyundai.

Le persone che hanno familiarità con la questione hanno affermato che il gruppo automobilistico coreano, proprietario di Hyundai Motor e Kia, spera di trasferire chip come le unità di microcontrollore (MCU) ai designer coreani.

Tuttavia, questa transizione sarà difficile perché la tecnologia locale è ancora in ritardo rispetto ai leader del settore come i fornitori olandesi di chip per autoveicoli Semiconduttori NXP (NASDAQ:) e la giapponese Renesas Electronics Corporation, affermano gli esperti del settore.

Una persona di un’azienda fabless coreana ha dichiarato: “Oltre a dover affrontare elevate barriere all’ingresso nel mercato dei chip per autoveicoli, il lungo e rigoroso processo di certificazione rende più difficile per le piccole aziende di chip progettare chip per autoveicoli”.

“Ci vogliono dai quattro ai cinque anni per fornire chip per autoveicoli, mentre potrebbe volerci meno di un anno per progettare e produrre chip per elettrodomestici”, ha detto la persona.

Una persona della consociata di Hyundai Motor, Kia, ha dichiarato: “Dopo aver riscontrato problemi di approvvigionamento di chip, l’azienda sta perseguendo un piano per”localizzare” i chip automobilistici al fine di diversificare la catena di approvvigionamento coreana. Ciò è dovuto principalmente ai fornitori causati all’estero. ”

Questo gruppo di produttori di automobili sudcoreani possiede Hyundai Motor Company e Kia Corporation.

La performance di Hyundai nel primo trimestre ha superato i suoi concorrenti globali, grazie ai suoi sforzi per accumulare scorte di chip in previsione di un’offerta ridotta.

Tuttavia, a causa di fattori come un incendio in una fabbrica di chip in Giappone e una tempesta in Texas, la carenza sta raggiungendo Hyundai.

A causa della carenza di chip, l’azienda ha sospeso la produzione nelle sue fabbriche sudcoreane e americane.

Poiché la discussione è stata condotta in privato, le fonti hanno chiesto l’anonimato.

Hyundai Motor Group ha rifiutato di commentare.

Hyundai Mobis La società componente del gruppo (KS:) ha dichiarato in una dichiarazione a Reuters: “Non ci sono ancora discussioni con le società collegate. Sebbene riteniamo che sia necessario rivedere lo sviluppo del chip a lungo termine, al momento non ci sono informazioni dettagliate. Istruzioni o promozione specifica sul tema.”

Collegamento domestico

Una persona che ha familiarità con la questione ha detto a Reuters che Hyundai Motor ha anche contattato le sue fonderie per discutere di potenziali piani di produzione.

Gli analisti hanno affermato che le aziende fabless sudcoreane come Silicon Works e Telechips e i proprietari di fonderie come DB HiTek possono collaborare con Hyundai per molto tempo, ma hanno sottolineato che Hyundai potrebbe non aver negoziato con loro.

“Hyundai ha proposto un piano per produrre chip interni, ma non abbiamo ancora determinato alcun dettaglio… Nell’ampliare la nostra capacità produttiva, dobbiamo investire”, ha affermato una fonte in una delle fonderie. Corea.

“Hyundai sembra credere che anche dopo che la recente carenza di chip sarà stata risolta, la domanda di chip per autoveicoli sarà sufficiente o addirittura forte”, ha aggiunto la persona.

Secondo la società di ricerca, la carenza globale di chip dovrebbe continuare nel secondo trimestre del 2022 Gartner (Borsa Valori di New York:).

Gli analisti hanno sottolineato che alle fonderie non piace espandere la capacità per clienti specifici, perché potrebbero volerci anni per recuperare le attrezzature e le spese di investimento in conto capitale e la domanda potrebbe cambiare rapidamente.

“I nostri chip potrebbero non diventare i chip principali di Hyundai o sostituire quelli già in uso, ma i nostri chip potrebbero essere la soluzione di Hyundai quando c’è una carenza o un’interruzione nella catena di approvvigionamento all’estero”, ha affermato un dirigente di un’azienda fabless. disse.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *