I 5 CEO con la spesa più alta durante il sollievo dalla crisi finanziaria globale

Molti amministratori delegati di aziende direttamente coinvolte nell’istigazione della crisi finanziaria globale del 2007-2008 hanno realizzato enormi profitti: in alcuni casi, le loro aziende sono fallite o sono state salvate da concorrenti con condizioni finanziarie migliori. Di seguito sono riportati i principali investitori che sono stati i CEO che hanno pagato di più durante la giornata. Oggi mantengono la stragrande maggioranza dei loro guadagni.

Lloyd Blankfein-Goldman Sachs

(Foto: Adobe Stock)

Il grafico azionario di Goldman Sachs ricorda il forte calo sperimentato dalla maggior parte dei titoli finanziari quando la crisi del credito ha raggiunto il picco. Nell’ottobre 2007, il prezzo delle azioni di Goldman Sachs raggiungeva i 250 dollari USA per azione, ma nel dicembre 2008 è sceso a circa 60 dollari USA per azione.

Prezzo del titolo GS da dicembre 2007 a dicembre 2008 (prodotto da Tradingview)

Il CEO Lloyd Blankfein, che annuncia il suo ritiro da Goldman Sachs e viene sostituito da David Solomon, è visto come uno dei cattivi di Wall Street e sospettato di sfruttare la strada (sebbene anche gli individui siano stati coinvolti nella crisi immobiliare aumentando i prezzi)). Un famoso articolo su Rolling Stone Magazine nel 2010 suggeriva anche che la banca d’investimento di Goldman Sachs fosse “un grande calamaro vampiro avvolto in un volto umano”.

Per quanto riguarda lo stipendio di Blankfein durante la crisi, è stato effettivamente colpito, scendendo a poco più di 1 milione di dollari USA (1,1 milioni di dollari per la precisione). Questo è ancora uno stipendio considerevole, ma è ben diverso dai 70 milioni di dollari che aveva stimato nel 2007. Il suo valore è sempre stato e può essere ancora strettamente correlato al prezzo delle azioni di Goldman Sachs (possiede una quantità considerevole di azioni), che ha risentito della crisi, ma si stima che sia ancora un miliardario. Realizza come un mercato Le azioni di Goldman Sachs sono rimbalzate.

Joseph Cassano — AIG Financial Products

(Foto: Adobe Stock)

Joseph Cassano non è uno degli amministratori delegati più noti della crisi finanziaria, ma in quanto responsabile dei prodotti finanziari di AIG, è conosciuto come il “distruttore del mondo” e l’azienda viene azzerata creando credit default swap e prodotti correlati. I prodotti finanziari che hanno contribuito alla Grande Depressione. Per ulteriori informazioni sul crollo dei prodotti finanziari di AIG (che ha distrutto tutto il gigante assicurativo AIG nel settembre 2008), consulta l’eccellente libro di Roddy Boyd Una storia di avvertimento sul rischio fatale del suicidio di AIG.

Il signor Cassano ha ricevuto circa 34 milioni di dollari in bonus nel 2008, Quando AIG fallì, scese rapidamente a un livello trascurabile. Un sito web stima che il suo attuale patrimonio netto sia di 200 milioni di dollari, che equivale a un corso per dirigenti direttamente coinvolto nella creazione di una crisi del credito. O, in altre parole, ha realizzato enormi profitti e gli è stato permesso di trattenere la maggior parte dei bonus e degli stipendi ricevuti prima della crisi economica.

Vikram Pandit-Citigroup

(Foto: Adobe Stock)

Il gigante bancario del centro valutario Citigroup è stato ufficialmente salvato nel novembre 2008. Un articolo del New York Times all’inizio del 2008 spiegava che il principe Carlo III si è dimesso da amministratore delegato alla fine del 2007 e ha ricevuto un bonus di 10,4 milioni di dollari. Quando Citi ha acquistato una società in cui era coinvolto, il signor Pandit aveva ricevuto in precedenza circa 165 milioni di dollari di finanziamenti.

Il signor Pandit ha assunto la carica di CEO ed è stato pagato $ 10,8 milioni nel 2008. Citigroup ha perso quasi 20 miliardi di dollari nel 2008 e il prezzo delle sue azioni è ancora in calo rispetto al livello di negoziazione pre-crisi. Pochi anni dopo che la crisi aveva raggiunto il suo apice, Pandit ha cercato di rimediare accettando uno stipendio di $ 1. Si è ufficialmente dimesso da amministratore delegato nel 2012. Si ritiene che il suo patrimonio netto sia di circa 120 milioni di dollari USA, dimostrando ancora una volta un altro dirigente che non ha subito perdite economiche dopo la Grande Recessione.

John Thain-Merrill Lynch

(Foto: Adobe Stock)

John Thain ha assunto la carica di CEO di Merrill Lynch ed è diventato rapidamente famoso per aver speso $ 1,2 milioni per rinnovare gli uffici durante la crisi economica. Alla fine del 2009, le turbolenze finanziarie gli hanno fatto perdere il lavoro, il che significava che aveva il mandato più breve tra tutti gli amministratori delegati coinvolti nella crisi. Nel settembre 2008, quando Bank of America ha salvato Merrill Lynch, ha preso il timone e l’ha acquistata per 29 dollari per azione (a pochi giorni dal crollo di AIG). Un articolo del Financial Times ha riassunto il suo incarico alla Merrill Lynch: “Un lampo di arroganza e errore di valutazione, per non parlare della disobbedienza del suo vice senior Merrill Lynch, è diventato agli occhi del suo nuovo capo alla Bank of America. È ovvio: loro stessi sono profondamente consapevoli che il modello della banca dell’universo è completo. Il mondo di John Thain è cambiato, anche se lui non lo ha fatto.”

Il patrimonio netto stimato di Thain è di circa $ 100 milioni. Ha salvato con maggior successo il creditore CIT dalla bancarotta e ha intrapreso la strada del recupero.

Richard Fuld – Lehman Brothers

(Foto: Adobe Stock)

Lehman Brothers è stata una rara vittima durante la crisi finanziaria perché le è stato permesso di fallire completamente. Dick Fuld ha preso il timone nel settembre 2008 quando Lehman Brothers è fallita.L’eccessiva leva finanziaria e la partecipazione diretta degli hedge fund delle due società sono state Nei primi segni La crisi del credito sarà grave.

Lo stipendio di Mr. Fuld nel 2007 è stato stimato in 22 milioni di dollari USA. Il suo patrimonio netto è stimato in oltre 250 milioni di dollari USA. Se non fosse stato per il fatto che le sue azioni della Lehman Brothers erano diventate inutili, sarebbe potuto diventare un miliardario.



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *