I conservatori americani rivendicano l’attivismo climatico al raduno di Miami Reuters


2/2

© Reuters. Foto del file: il 9 settembre 2017, nuvole scure sono apparse sullo skyline di Miami prima che l’uragano Emma raggiungesse la Florida meridionale.Reuters/Carlos Barria

2/2

Di Timothy Gardner

Miami (Reuters)-Per Benji Backer, essere conservatori significa credere in un governo limitato, soluzioni basate sul mercato e scienziati che credono che le emissioni di carbonio debbano essere ridotte per evitare il peggio del cambiamento climatico.

L’organizzazione no-profit dei sostenitori, l’American Conservation League, ha tenuto a Miami quello che si dice sia il primo raduno conservatore per il clima del Paese. Si tratta dell’attivista 23enne che convince gli americani di destra che non devono far parte di sforzi liberali per sostenere il problema.

Tra loro ci sono una manciata di politici repubblicani del sud della Florida che affrontano minacce climatiche, tra cui inondazioni causate dall’innalzamento del livello del mare, uragani più forti e rischi per la salute dovuti all’aumento di temperatura e umidità.

“Non esiste un partito preferito nell’ambiente”, ha detto Buck dal podio, affacciato su una baia vicino alla diga da 6 miliardi di dollari proposta dal Corpo degli ingegneri dell’esercito degli Stati Uniti. “Oggi i conservatori stanno riprendendo i nostri posti al tavolo dei negoziati ambientali”.

Da appassionato sciatore ed escursionista, Backer ha iniziato a organizzare l’ACC come matricola al college ed è stato frustrato dall’allora presidente Donald Trump, che ha affermato che il cambiamento climatico era una truffa fatta dai cinesi. L’organizzazione ha espresso la speranza di avere attualmente migliaia di membri e di espandersi a 10.000 entro la fine di quest’anno.

La missione di Baker riflette le sfumature della politica climatica americana che sono spesso trascurate nei dibattiti partigiani: sebbene il Partito Repubblicano sia visto in contrapposizione all’azione per il clima, molti dei suoi membri credono nel riscaldamento globale, ma su come risolvere il problema non sono d’accordo con i liberali.

Tuttavia, questo porta molti problemi.

Gli ambientalisti accusano il team di Backer di ostacolare l’azione radicale per il clima che ritengono necessaria per salvare il pianeta proponendo soluzioni semimisurate basate sul mercato.

Sebbene l’ACC sostenga alcuni dei piani climatici del presidente democratico Joe Biden, come quelli incentrati sull’innovazione, dall’energia nucleare alla cattura e allo stoccaggio del carbonio, ha anche accusato la sua proposta di essere troppo gonfia e di non “semplificare regolamenti ingombranti”.

L’amministrazione Biden spera di decarbonizzare l’economia degli Stati Uniti entro il 2050 e il settore energetico entro il 2035, principalmente attraverso un maggiore uso di energia pulita e l’elettrificazione di automobili ed edifici.

La piattaforma ACC richiede solo “verso” le emissioni globali di carbonio zero entro il 2050, piuttosto che raggiungere o superare l’obiettivo. A differenza dei compiti inclusi nel piano Biden, è più propenso a “soluzioni di mercato” per ridurre le emissioni di gas serra, come costruire più edifici con il legno per immagazzinare carbonio e creare un nuovo globale nel piano “Trilioni di alberi”. e un maggiore uso di acqua ed elettricità a emissioni zero.

Emily Nielsen, un ingegnere informatico di 29 anni che ha partecipato alla manifestazione, ha dichiarato: “Non mi piace l’applicazione delle norme perché a volte hanno molte conseguenze indesiderate e supportano alcune persone a spese di altre”. 200 persone.

“I conservatori sono più preoccupati di incoraggiare l’innovazione o l’azione volontaria per affrontare il cambiamento climatico”, ha affermato.

Agisci ora

Ma i critici affermano che le misure sostenute da gruppi conservatori come l’ACC possono ritardare il progresso delle misure urgenti necessarie per frenare il cambiamento climatico.

“Oggi abbiamo la tecnologia per affrontare i cambiamenti climatici. Dobbiamo iniziare ad agire subito”, ha affermato Julie McNamara, analista di progetti climatici ed energetici per l’Unione degli scienziati interessati, un’organizzazione senza scopo di lucro.

L’ecologista Carla Staver, vicedirettore dello Yale Biosphere Institute, ha aggiunto che piantare nuove foreste può essere parte integrante di un approccio globale al cambiamento climatico, ma alcune stime prudenti del loro impatto climatico potrebbero essere “folle”. ottimista. ”

Un altro importante punto critico per gli attivisti del clima è che l’ACC non supporta la riscossione delle tasse sul carbonio, che è un meccanismo di mercato che incoraggia gli investitori a passare a un’energia più pulita.

“Una politica che si concentra troppo sull’innovazione e non impone costi a nessuno, per definizione, la politica non è all’altezza del compito”, ha affermato Jerry Taylor, presidente del Niskanen Center, un think tank moderato.

Becker spera che presto ci saranno centinaia di repubblicani al Congresso preoccupati per il cambiamento climatico, ma ora ce ne sono solo dozzine e ha sottolineato che recenti sondaggi mostrano che i membri più giovani del partito sono più disposti a frenare il cambiamento climatico rispetto ai membri più anziani.

Il rappresentante della Florida Carlos Jimenez e il sindaco di Miami Francis Suarez, eletti nel 2020, erano tra i repubblicani che hanno partecipato alla manifestazione.

Al momento, il fermo sostegno del Partito Repubblicano alle trivellazioni e alle miniere è ancora avvolto negli sforzi conservatori sul clima. Alcuni partecipanti più anziani alla manifestazione hanno mostrato cartelli che dicevano: “Non c’è crisi climatica!”

Taylor ha affermato che, dato che molti legislatori repubblicani rappresentano stati con importanti industrie di combustibili fossili, il partito potrebbe ora fare piccoli passi.

“Forse questo tipo di gradualismo a palla piccola è davvero possibile”, ha detto.





Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *