I democratici del Texas ignorano le chiamate per arrestarli nella lotta per la restrizione del voto Reuters


2/2

© Reuters.Krysturner, presidente del comitato democratico della Camera dei rappresentanti del Texas, si è unito ad altri democratici nella Camera dei rappresentanti del Texas per boicottare una riunione speciale del legislatore per evitare una pausa elettorale sostenuta dai repubblicani

2/2

Autrice: Susan Conwell e Julia Hart

WASHINGTON (Reuters) – I democratici del Texas hanno ignorato le chiamate per arrestarli martedì, il giorno dopo essere fuggiti dallo stato per contrastare gli sforzi per approvare le restrizioni al voto, e hanno detto che sarebbero rimasti a Washington per spingere per la riforma del voto federale.

Il governatore del Texas e il repubblicano Greg Abbott hanno promesso di arrestare più di 50 legislatori democratici che hanno lasciato lo stato lunedì, negando che il legislatore statale abbia approvato le restrizioni di voto all’ordine del giorno della sua riunione speciale e altri Il quorum richiesto per la misura.

Martedì mattina i restanti membri della Camera dei rappresentanti del Texas hanno votato 76 voti contro 4 per inviare i legislatori scomparsi in conformità con una regola della Camera che autorizza lo sceriffo armato della Camera dei rappresentanti a trovare e arrestare il membro del Congresso assente.

“Non appena torneranno in Texas, verranno arrestati”, ha detto Abbott in un’intervista alla stazione televisiva locale KVUE ABC. “Saranno rinchiusi nel Texas State Capitol fino a quando non finiranno il loro lavoro”.

Abbott ha promesso di continuare a convocare un incontro speciale “fino alle elezioni del prossimo anno” per approvare il disegno di legge.

Il Texas è uno dei numerosi stati a guida repubblicana che hanno implementato nuove restrizioni al voto in nome del miglioramento della sicurezza elettorale. L’ex presidente Donald Trump ha falsamente affermato che le elezioni presidenziali dello scorso novembre gli sono state rubate attraverso una vasta frode.

Domenica, i comitati della Camera dei rappresentanti e del Senato del Texas hanno approvato una nuova versione delle misure di voto che vietano la guida e le sedi di voto 24 ore su 24, aggiungono nuovi requisiti di identificazione per il voto per corrispondenza e conferiscono poteri di osservatore al voto del partito.

Martedì il Senato del Texas ha discusso la sua versione della legislazione sul voto. I Democratici che hanno lasciato la Camera dei Rappresentanti hanno fermato il lavoro e i Democratici uscenti hanno promesso di rimanere a Washington a tempo indeterminato.

Krys Turner, presidente del comitato democratico della Camera dei rappresentanti del Texas, ha dichiarato in una conferenza stampa fuori dal Campidoglio degli Stati Uniti: “La nostra intenzione non è partecipare a questa sessione e soffocare questo disegno di legge”, hanno cantato decine di persone. la canzone per i diritti civili “We Will Overcome” lì.

In Texas, la sessione legislativa speciale può durare fino a 30 giorni, il che significa che la sessione in corso deve terminare prima del 7 agosto. Non c’è limite al numero di riunioni speciali che il governatore può convocare.

Il rappresentante Alex Dominguez del Texas ha affermato che anche se Abbott continua a tenere riunioni speciali dopo l’incontro in corso, è pronto a stare lontano dal Texas. Dominguez ha detto di non essere stato scoraggiato dalla minaccia di arresto.

“Se questo è ciò che scelgono di fare, allora saremo preparati”, ha detto Dominguez.

Dopo che i legislatori democratici hanno scioperato il 30 maggio, poco prima della fine della riunione ordinaria, Abbott ha convocato una riunione speciale per resistere al voto sulle versioni precedenti della legislazione elettorale.

Turner ha detto che i legislatori del Texas utilizzeranno il loro tempo a Washington per “pregare le persone nell’edificio dietro di noi per approvare la legislazione federale sui diritti di voto”.

I Democratici lodano i legislatori

Durante l’incontro con i legislatori del Texas, il vicepresidente Kamala Harris ha confrontato la loro partenza con altri importanti momenti di attivismo elettorale nella storia americana. [L1N2OP1SY]

“So che tutto ciò che fai comporta enormi sacrifici personali e politici”, ha detto.

A Filadelfia, il presidente Joe Biden ha affermato in un discorso che l’approvazione di una legislazione globale sui diritti di voto è “una priorità nazionale”, ma non ha delineato il modo per superare l’opposizione repubblicana.

La resistenza del Partito Repubblicano a tali riforme al Senato ha aumentato la pressione sui Democratici che controllano la Camera dei Rappresentanti con un margine ristretto, richiedendo loro di adottare misure parlamentari per consentire loro di approvare un’ampia legislazione sui diritti di voto con una maggioranza semplice. Altrimenti, i repubblicani possono fermarli attraverso un metodo chiamato ostruzione.

Anche il leader della maggioranza al Senato degli Stati Uniti e il democratico Chuck Schumer hanno incontrato un gruppo di democratici del Texas martedì e hanno detto loro che sarebbero stati “dalla parte giusta della storia” e sarebbero stati ricordati. . Secondo Turner, non ha discusso strategie specifiche per l’approvazione del Federal Voting Expansion Act.

Quando è stato chiesto nei corridoi del Campidoglio se avrebbe incontrato i democratici del Texas, il senatore repubblicano degli Stati Uniti John Corning del Texas ha risposto: “Se posso aiutare, no”.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *