I guadagni di DR Horton hanno superato le aspettative. Perché le sue azioni sono in calo.


Il rapporto è migliore del previsto Dati del terzo trimestre fiscale Giovedì mattina. Sebbene la performance e le prospettive dell’azienda siano ottimistiche, gli investitori hanno reagito con cautela.

Horton (codice azionario: DHI) ha un fatturato di 7,3 miliardi di dollari e un utile per azione di 3,06 dollari. Wall Street prevede un utile per azione di 2,80 dollari e un fatturato di 7,2 miliardi di dollari. Questo è il decimo trimestre consecutivo della società in cui gli utili hanno superato le aspettative.

“Il team DR Horton ha ottenuto risultati eccezionali nel terzo trimestre del 2021, con un utile per azione in aumento del 78%”,
Donald Horton
Il presidente del consiglio, in una nota. “Questi risultati riflettono il nostro team esperto e le capacità di produzione, la quota di mercato leader del settore, la vasta impronta geografica e le diverse offerte di prodotti su più marchi”.

Tuttavia, il prezzo delle azioni è sceso di quasi il 3% nelle prime contrattazioni di giovedì a 88,91 dollari.

Entrando giovedì, le azioni Holden sono aumentate di circa il 33% finora quest’anno, meglio dei guadagni comparabili del 16% e del 14%.

Indice Standard & Poor’s 500

con

Dow Jones Industrial Average.

I buoni risultati del primo semestre della società sono stati guidati dal miglioramento economico. Ad esempio, il tasso di avvio delle abitazioni a giugno è aumentato di circa il 6% rispetto a maggio, con un aumento di quasi il 30% su base annua. Anche i dati di inizio giugno hanno superato le previsioni degli economisti.

La società è ottimista anche per i prossimi mesi. “Il mercato immobiliare è ancora molto forte e la domanda degli acquirenti di case supera la nostra attuale capacità di fornire case in tutti i mercati”, ha affermato il presidente. “Poiché la nostra massima priorità è adempiere costantemente ai nostri impegni nei confronti degli acquirenti di case, abbiamo rallentato le vendite di case per avvicinarci agli attuali livelli di produzione, costruendo le infrastrutture necessarie per supportare livelli più elevati di avvio di abitazioni”.

Il rallentamento del ritmo delle vendite di case potrebbe essere uno dei motivi per cui gli investitori hanno reagito con cautela. Le vendite di case esistenti di giugno annunciate giovedì mattina sono aumentate dell’1,4% rispetto a maggio e del 23% rispetto a giugno 2020. Tuttavia, il tasso di vendita annualizzato di 5,86 milioni di case era ancora inferiore al previsto.

Ma il mercato immobiliare non sembra aver rallentato fondamentalmente. DR Horton ha anche riferito giovedì che l’attuale inventario immobiliare è di circa 47.000 unità, con un aumento del 55% rispetto a un anno fa.

Con questi inventari, l’azienda si aspetta che le vendite per l’intero anno fiscale raggiungano circa 27,9 miliardi di dollari, un aumento di circa 700 milioni di dollari rispetto alle indicazioni fornite ad aprile. Manca un quarto all’anno fiscale della società e le indicazioni indicano che le vendite nel quarto trimestre hanno superato gli 8 miliardi di dollari, meglio dell’attuale previsione di Wall Street di 7,7 miliardi di dollari.

La debolezza del mercato azionario giovedì mattina può essere meglio descritta come un indicatore del mercato rialzista. Quando le cose vanno bene, il Manuale dell’investitore consiglia”Vendi le novità e acquista sui tuffi. ”

Scrivi ad Al Root allen.root@dowjones.com



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *