I guadagni inaspettati nei paesi poveri sono a portata di mano


Il mondo è a portata di mano Accetta di creare nuovi diritti speciali di prelievo fino a 650 miliardi di dollari USA All’interno del Fondo monetario internazionale. L’assegnazione iniziale di questi fondi seguirà i normali principi negli affari internazionali: i fondi dovrebbero essere assegnati a coloro che li possiedono. Ma ripristinando le prospettive dei fragili paesi a basso reddito colpiti da pandemie, in primo luogo, è possibile e fiducioso ridistribuire gran parte dei proventi di questo finanziamento gratuito a usi globali. Questa opportunità deve essere colta.

L’idea di creare un gran numero di nuovi DSP è controverso All’inizio della pandemia. Com’era prevedibile, questo è stato respinto dall’amministrazione Trump. Sotto la guida dell’amministrazione Biden, la situazione è cambiata. Poiché gli Stati Uniti hanno il potere di veto nel FMI, è fondamentale. Secondo gli standard storici, anche la distribuzione pianificata dei fondi è ampia e il valore dei diritti speciali di prelievo in sospeso è aumentato del 120% (vedi grafico).

Il mondo ha creato diritti speciali di prelievo Come risorsa di riserva multivaluta negli anni ’60. Nel 2009 sono state erogate quattro sovvenzioni, la più grande delle quali è stata per la crisi finanziaria. La sovvenzione più recente è stata concessa in risposta a questa pandemia. Questo ha ancora un senso, non solo perché l’emergenza non è finita, ma anche perché la ripresa è frammentata ei poveri sono indietro.

Di per sé, la nuova assegnazione di diritti speciali di prelievo non servirà a molto, perché le nuove attività di riserva saranno inizialmente assegnate ai paesi in base alla loro quota nel Fondo monetario internazionale. Di conseguenza, gli Stati Uniti otterranno il 17%, i paesi ad alto reddito del G7 il 44%, tutti i paesi ad alto reddito il 58%, la Cina il 6%, gli altri paesi in via di sviluppo a reddito medio 33% e la fascia bassa 70 con un totale popolazione di 1,2 miliardi Di paesi ad alto reddito (come tutti i paesi ad alto reddito), che rappresentano solo il 3,2%.

Il grafico a torta della percentuale di diritti speciali di prelievo assegnati mostra la piccola quota (3,2%) dei paesi a basso reddito. La quota del G7 è del 43,5%

Anche così, le attività liquide permanenti dei paesi a basso reddito raggiungeranno i 21 miliardi di dollari USA. Per loro, questo non è senza. Ancora più importante, è probabile che i beneficiari ad alto reddito di queste nuove attività indesiderate li prestino a condizioni estremamente favorevoli. Questo può fare un’enorme differenza. Perché i paesi ad alto reddito non concedono denaro inaspettato a tutti i diritti speciali di prelievo indesiderati? Saranno 380 miliardi di dollari USA.

Fondo monetario internazionale Blog con Rapporto sulle prospettive per i paesi a basso reddito Spiega perché questo è importante. Secondo questa seria analisi, dall’attacco al Covid-19, i paesi a basso reddito hanno perso importanti basi economiche rispetto ai paesi ad alto reddito. In parte il motivo è che sono facilmente influenzati dalla situazione economica mondiale. In parte il motivo è che hanno poco spazio per le turbolenze finanziarie. In parte il motivo è che, nonostante la sua numerosa popolazione, il suo sistema sanitario non ha la capacità di rispondere e rispondere. La loro capacità di ottenere vaccini è molto ridotta. Inoltre, secondo le statistiche del fondo, il 55% di questi paesi è attualmente in difficoltà per il debito o ad alto rischio di una tale situazione.

Grafico della crescita del PIL reale 2017-2020 nei paesi a basso reddito (percentuale, ponderata per la parità del potere d'acquisto), che mostra che l'epidemia ha colpito gravemente i paesi a basso reddito

Allo stesso tempo, c’è una reale opportunità di recupero. La previsione di riferimento del Fondo monetario internazionale è che i paesi a basso reddito saranno permanentemente colpiti dall’epidemia. Tuttavia, con un finanziamento di 200 miliardi di dollari USA correlato a Covid e una spesa aggiuntiva di 250-350 miliardi di dollari in cinque anni, questi paesi potrebbero tornare sulla via dell’integrazione pre-pandemica.

Per fare ciò, è necessaria una combinazione di sovvenzioni, prestiti agevolati e cancellazione del debito. Richiederà inoltre riforme per stimolare gli investimenti privati ​​nazionali ed esteri. Come sempre, in ultima analisi, gli aiuti ufficiali devono avere un effetto catalizzatore. Tuttavia, anche le concessioni di diritti speciali di prelievo e i prestiti possono fornire un aiuto immenso.

Due grafici che mostrano le variazioni del rapporto saldo fiscale / PIL e la risposta fiscale discrezionale a Covid, che mostrano che i paesi a basso reddito sono limitati nella loro risposta fiscale a Covid

Il piano del fondo è dividere i fondi disponibili in tre parti.Il primo amplierà il Poverty Reduction and Growth Trust, che fornirà Prestito agevolato Ai paesi a basso reddito. Tuttavia, per una serie di motivi, l’importo dei prestiti che il FMI può fornire tramite questo strumento è limitato, compreso il fatto che è sempre un creditore senior e quindi non può rischiare di diventare un creditore dominante.

Pertanto, maggiore è il valore dei DSP da prestare, maggiore è la percentuale di destinatari iniziali che devono prestare a proprio rischio attraverso il nuovo fondo fiduciario. L’idea del fondo è che alcuni di questi prestiti possano andare ad altri paesi in via di sviluppo ed essere utilizzati per scopi specifici, come il clima, la trasformazione digitale o la salute. Infine, una parte dei fondi può utilizzare fondi fiduciari per sostenere prestiti da banche multilaterali di sviluppo come la Banca mondiale.

Un grafico dei paesi a basso reddito per categoria di valutazione della sostenibilità del debito (DSA) mostra che le preoccupazioni delle persone sul debito sono in aumento. La percentuale di paesi a basso reddito in difficoltà per il debito era del 4% nel 2013 e del 12% entro il 2020

Come vengono consegnati questi soldi e per quale scopo è sempre politico.Il punto è che controllare la pandemia è un Beneficenza globale, Deve essere fornito tramite sovvenzioni da paesi ricchi. È un crimine e un grave errore non capire e fare questo.

I paesi a basso reddito non dovrebbero contrarre prestiti a condizioni favorevoli a tal fine, deviando così risorse dai loro obiettivi di sviluppo a lungo termine.Sono anche scettico riguardo al dire loro di investire nelle priorità dei paesi ad alto reddito di oggi. Sebbene abbia collaborato con le agenzie internazionali competenti per formulare le spese per le energie rinnovabili, la trasformazione digitale e la salute, questi progetti dovrebbero far parte di un piano di sviluppo che ogni paese possiede e attua.

Il grafico del rapporto del PIL pro capite (PPA) tra i paesi a basso reddito e le economie avanzate mostra che i paesi a basso reddito hanno un modo per riprendere la loro traiettoria precedente

In breve, indipendentemente dal metodo preciso adottato, lo scopo dovrebbe essere quello di utilizzare il più possibile questi guadagni inaspettati per sostenere i governi che fanno piani affidabili per ripristinare le fondamenta di sviluppo perdute. Ma non cercare di acquistare le riforme attraverso le condizioni. Questo quasi non funziona. È molto probabile che il denaro non affluirà in tutti i paesi fragili.

Il corretto utilizzo dei diritti speciali di prelievo di denaro inaspettato può aiutare i paesi più poveri, più vulnerabili e più colpiti del mondo. Concordare su questo sarebbe una benedizione per il mondo. Adesso è il momento di farlo.

martin.wolf@ft.com

Segui Martin Wolf myFT proseguire Twitter





Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *