I leader aziendali chiedono una soluzione alla “peste” inglese


I leader aziendali hanno chiesto al governo di affrontare il problema di centinaia di migliaia di lavoratori che devono mettersi in auto-quarantena dopo essere stati “testati” dall’app NHS Covid-19 e hanno fatto esplodere il modo in cui i ministri hanno affrontato la rimozione della maggior parte delle restrizioni sul coronavirus nel Regno Unito.

Martedì, in una telefonata con il ministro del Commercio Kwasi Kwarteng, più di una dozzina di associazioni di settore si sono unite a un gruppo che ha espresso preoccupazione per i numeri in aumento interessati dagli avvisi ricevuti sulle app dopo il contatto con persone infette.

Sebbene le aziende possano presentare domanda al governo Esenzione dalla regola dell’autoisolamento Per i lavoratori “critici” in settori come quello alimentare ed energetico, Downing Street insiste sul fatto che il numero deve essere ridotto al minimo.

Secondo persone che hanno familiarità con la questione, in una chiamata “molto attiva” con Kwarteng, diversi leader aziendali hanno dichiarato che le sue informazioni dopo aver cercato di descrivere il consiglio di autoisolamento e l’applicazione Covid-19 del SSN come un problema di comunicazione piuttosto che una politica problema Non ho ricevuto una buona risposta. conversazione.

I gruppi di imprese sperano che il governo non avrà più bisogno dei lavoratori per l’autoisolamento per 10 giorni durante il ping dall’app, ma introdurrà invece un sistema di test regolare.

Il direttore generale della CBI Tony Danker ha dichiarato a Kwarteng che il governo ha finalmente “compromesso” di riaprire l’economia il 19 luglio, nel tentativo di compiacere i parlamentari del Partito conservatore liberale e i consulenti sanitari preoccupati per l’aumento dei casi nel Delta del Coronavirus. disse.

Danker ha chiesto una riapertura economica “fiduciosa” ed “equilibrata”, anticipando la data del 16 agosto. Il governo ha dichiarato che le persone che hanno ricevuto due dosi del vaccino Covid-19 non avranno più bisogno di auto-quarantena e possono invece accettare periodi regolari test. Cerca inoltre di mantenere le misure di sicurezza Covid per aumentare la fiducia dei consumatori e dei lavoratori nel tornare nei negozi e negli uffici.

Le persone che hanno familiarità con la questione hanno affermato che Kwarteng ha affermato che l’elenco delle esenzioni per i lavoratori chiave sarebbe “molto stretto”. “Ha raddoppiato i suoi sforzi in politica”, ha aggiunto uno. “Deve abbassare le sue aspettative.”

Ad esempio, nel dipartimento dei trasporti, i funzionari del governo hanno avvertito che mentre il personale addetto al controllo del traffico aereo e al segnalamento ferroviario sarà esentato, altri, compresi i piloti, no.

Downing Street ha dichiarato che sta discutendo con tutte le industrie correlate e formulerà un elenco di esenzioni dalla regola dell’autoisolamento il prima possibile.

Il Ministero del Commercio ha dichiarato: “L’esenzione è applicabile solo a un numero limitato di luoghi di lavoro designati che hanno difficoltà nell’assunzione di personale e avranno un impatto significativo sui servizi di base, sulla sicurezza nazionale, sulla difesa nazionale o sulle operazioni nazionali. Questa non è un’esenzione completa per qualsiasi reparto o ruolo”.

CBI ha rifiutato di commentare.

Il leader del partito laburista Kil Starmer ha sollevato un gran numero di questioni alla Camera dei Comuni che i lavoratori devono autoisolarsi, accusando i ministri di “fare regole”.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha affermato che l’autoisolamento è uno “strumento importante” per il Paese per combattere il coronavirus. Ha aggiunto: “Chiedo scusa a tutte le persone che vanno su e giù in questa terra, che sono impegnate in vari servizi, nel settore pubblico e in altri settori, per il disagio che hanno riscontrato”.

Alcune industrie affermano che i lavoratori devono autoisolarsi, causando gravi carenze di manodopera.

L’agenzia commerciale UKHospitality ha dichiarato mercoledì che tutte le 350 aziende intervistate avevano posti vacanti, di cui l’84% aveva bisogno di personale alla reception e due terzi aveva bisogno di chef.

Ha aggiunto che oltre il 60% delle aziende soffre ancora di consegne in ritardo e linee di prodotto ridotte.

Nick Collins, amministratore delegato della catena di bar Loungers, ha affermato che 6 dei suoi 175 siti sono stati chiusi a causa dell’autoisolamento dei dipendenti, ma ora stanno affrontando più problemi perché sono risultati positivi per se stessi.

Andrew Oppi, direttore del settore alimentare e sostenibilità presso la British Retail Association, un’altra organizzazione commerciale, ha affermato che “l’epidemia” sta mettendo sotto pressione la capacità dell’azienda di mantenere l’orario di lavoro e mantenere l’inventario degli scaffali.

“Il governo deve agire rapidamente”, ha aggiunto. “I lavoratori al dettaglio e i fornitori hanno svolto un ruolo vitale in questa pandemia. Finché hanno ricevuto doppi vaccini o sono risultati negativi per Covid, dovrebbero essere autorizzati a lavorare per garantire che la capacità del pubblico di accedere al cibo e ad altri articoli non venga disturbata. Merce.”

Segnalazione aggiuntiva di Alice Hancock e Jonathan Eley a Londra



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *