I membri del club di Londra esultano per la fine delle restrizioni COVID Reuters


5/5

© Reuters. All’inizio del 19 luglio 2021, il Regno Unito ha revocato la maggior parte delle restrizioni sulla malattia da coronavirus (COVID-19) a mezzanotte a Londra, in Inghilterra, e i festaioli hanno ballato all’evento “00:01” organizzato dall’Oval Space Nightclub in Egitto. REUTERS/Natalie Thomas

2/5

Autori: Guy Faulconbridge e Natalie Thomas

LONDRA (Reuters) – Lunedì, i membri del club londinese si sono riversati in uno dei primi eventi irregolari di musica dal vivo dall’inizio della pandemia lo scorso anno: quando l’Inghilterra ha revocato la maggior parte delle restrizioni COVID a mezzanotte, hanno ballato tutta la notte e suonato tra la gente. Gioito nell’interazione tra.

Il Regno Unito è uno dei paesi con il maggior numero di morti a causa del nuovo virus corona nel mondo, sta affrontando una nuova ondata di casi, ma il primo ministro Boris Johnson sta rimuovendo la maggior parte delle restrizioni in Inghilterra. Alcune persone chiamano it “Giornata della Libertà”.

Gli epidemiologi generalmente sospettano che l’abolizione delle restrizioni sia l’approccio giusto, ma molti giovani britannici ne hanno avuto abbastanza del blocco per più di un anno e mezzo e hanno espresso il desiderio di ospitare feste.

“Non mi è stato permesso di ballare come per sempre”, ha detto la 31enne Georgia Pike nell’Oval Space di Hackney, a est di Londra. “Voglio ballare, voglio ascoltare musica dal vivo, voglio l’atmosfera dello spettacolo, stare con altre persone”.

Tuttavia, oltre all’entusiasmo per il divertimento, le persone sono anche chiaramente preoccupate per una nuova ondata di casi: più di 50.000 casi al giorno nel Regno Unito.

Il 26enne Gary Cartmere ha dichiarato al di fuori dell’evento “00:01” che celebra il ritorno della musica dal vivo: “Sono molto eccitato, ma è mescolato con la sensazione di un destino imminente”.

Nel club ci sono dei festaioli, alcuni con una pinta di birra in mano, altri semplicemente si divertono con la musica e ballano tutta la notte. Molti abbracci, alcuni baci, alcuni indossano maschere.

Dopo essersi affrettato a vaccinare la sua popolazione più velocemente di quasi tutti gli altri paesi europei, il governo Johnson scommette che l’Inghilterra possa riaprire perché è improbabile che le persone completamente vaccinate si ammalino gravemente di COVID-19.

I promotori dell’evento Rob Broadbent e Max Wheeler-Bowden hanno caricato un video di se stessi mentre conducevano un test COVID. Esortano coloro a cui è stato detto di mettersi in quarantena a farlo.

Hanno detto di aver ridotto il numero di band e locali e di aver perso denaro all’evento perché il numero di partecipanti era inferiore al previsto.

La società britannica sembra essere divisa su queste restrizioni: alcune persone vogliono che le regole rigide continuino perché temono che il virus continuerà a causare morti, ma altri sono infastiditi dalle restrizioni più severe nella storia del tempo di pace.

I proprietari di attività commerciali, compresi i locali notturni, le compagnie di viaggio e l’industria alberghiera, sono desiderosi di riaprire l’economia, mentre molti studenti, giovani e genitori ignorano silenziosamente molte delle normative più onerose.

Gli artisti dicono che il blocco è sempre stato difficile.

James Cox, il cantante 32enne della band post-punk Crows che si è esibito all’Oval Space, ha affermato che la sua ultima esibizione dal vivo è stata ad Halloween nel 2020.

“Prima ero un po’ preoccupato che non mi sarebbe piaciuto perché è passato molto tempo”, ha detto Cox. “Quando sono salito su quel palco e ho iniziato a fare l’audizione, ero tipo: oh, sì, mi piace, mi piace, sono tipo, questa è la mia passione”.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *