I membri del Trans-Pacific Trade Agreement accettano di iniziare il processo di adesione al Regno Unito Reuters


© Reuters. Il Ministro dell’Economia giapponese, Yasutoshi Nishimura, ha partecipato a una conferenza stampa presso la residenza ufficiale del Primo Ministro Shinzo Abe a Tokyo, Giappone, l’11 settembre 2019. REUTERS/Issei Kato

TOKYO (Reuters)-Il ministro giapponese degli Affari economici ha affermato che i membri del Comprehensive Progress Agreement for Trans-Pacific Partnership (CPTPP) hanno formalmente concordato mercoledì di consentire al Regno Unito di iniziare il processo di adesione all’accordo.

Il ministro degli affari economici giapponese, Nishimura, ha detto ai giornalisti che dopo aver presieduto la riunione online dei ministri di 11 paesi nell’ambito dell’accordo commerciale transpacifico, ha accolto con favore l’inizio del processo di adesione al Regno Unito.

“Penso che questo sia di grande importanza dal punto di vista strategico del rafforzamento delle relazioni economiche tra Giappone e Regno Unito”, ha affermato Nishimura.

Ha aggiunto che l’adesione della Gran Bretagna al CPTPP renderebbe il PIL nominale dell’area coperta dall’accordo quasi uguale a quello dell’UE.

Gli 11 Stati membri hanno dichiarato in una dichiarazione: “L’inizio del processo di adesione con il Regno Unito e la potenziale espansione del CPTPP invieranno un segnale forte ai nostri partner commerciali in tutto il mondo”.

Il Regno Unito ha chiesto formalmente di aderire all’accordo commerciale a febbraio perché ha cercato di aprire nuove strade per il commercio e l’impatto dopo la Brexit.

Il CPTPP ha eliminato il 95% delle tariffe tra i suoi membri: Giappone, Canada, Australia, Vietnam, Nuova Zelanda, Singapore, Messico, Perù, Brunei, Cile e Malesia. A differenza dell’UE, non mira a creare un mercato unico o un’unione doganale, né cerca una più ampia integrazione politica.

Gran Bretagna e Giappone hanno firmato un accordo commerciale nell’ottobre dello scorso anno, il primo importante accordo commerciale dalla Brexit.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *