I mercati azionari dell’Asia-Pacifico sono crollati per le preoccupazioni sulla crescita economica globale


A causa delle preoccupazioni sulla salute dell’economia globale, i mercati azionari statunitensi ed europei sono scesi e i mercati azionari dell’Asia-Pacifico sono scesi venerdì.

In Giappone, l’indice Topix è sceso dell’1,8%, mentre l’indice China CSI 300 è sceso dell’1,1%. L’indice Kospi della Corea del Sud è sceso dell’1,5%. L’indice australiano S&P/ASX 200 è sceso dell’1,4%.

La caduta in Asia è dopo l’indice S&P 500 Chiuso 0,9% e rendi I titoli del Tesoro USA sono crollati Poiché il mercato ha rivisto le prospettive economiche per il resto dell’anno, i prezzi del petrolio sono scesi al livello più basso da febbraio.

In Asia, a La ripresa del Covid-19 Yeap Jun Rong, stratega di mercato presso IG Group, ha affermato che questo è ancora “il principale rischio nella regione” e ha sottolineato che l’annuncio del Giappone Stato di emergenza Giovedì prima delle Olimpiadi di Tokyo.

“Ciò potrebbe indicare che la ripresa futura rallenterà e la crescita del PIL nel terzo trimestre potrebbe essere ridotta, ma il potenziale piano di stimolo economico potrebbe fornire un supporto per la ripresa a lungo termine in futuro”, ha aggiunto.

Questo minuto La riunione di giugno annunciata mercoledì dal Consiglio della Federal Reserve statunitense ha sottolineato che l’incertezza sulle prospettive economiche è “aumentata”. Nella negoziazione asiatica di venerdì, il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni è aumentato leggermente all’1,331% dopo che gli Stati Uniti sono scesi durante la notte.

In Cina gli economisti prevedono che il tasso di crescita del PIL nel secondo trimestre della prossima settimana raggiungerà l’8%, ma gli investitori temono che possa essere possibile una rapida ripresa del Paese. Perdere la motivazione.

Mercoledì, il governo ha dichiarato che la riduzione dei requisiti del coefficiente di riserva dei depositi bancari mira ad aiutare le piccole e medie imprese, ma questa misura dipende dalle azioni di follow-up della People’s Bank of China.

I dati diffusi dalla Cina venerdì hanno mostrato che l’inflazione dei prezzi al consumo a giugno era ancora a un livello basso dell’1,1%.Indice dei prezzi alla produzione, dove librarsi A maggio, le materie prime globali hanno registrato l’aumento maggiore dalla crisi finanziaria, con un aumento su base annua dell’8,8%.

“Rispetto ai rischi di inflazione, Pechino è più preoccupata per le pressioni sulla crescita”, ha affermato Liu Jing, economista senior di HSBC Greater China.

Mercati non coperti, finanze e opinioni forti

Robert Armstrong ha analizzato le tendenze di mercato più importanti e ha discusso di come le persone migliori di Wall Street rispondono a queste tendenze.registrato Qui Invia la newsletter direttamente alla tua casella di posta ogni giorno lavorativo



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *