I pubblici ministeri di New York fanno causa agli insider della Trump Organization


3/3

© Reuters. Il 12 gennaio 2021, una persona è uscita dalla Trump Tower durante la pandemia di coronavirus (COVID-19) a Manhattan, New York, New York, USA. REUTERS/Carlo Allegri

2/3

Autori: Joseph Tanfani e Peter Eisler

Washington (Reuters)-Secondo le persone coinvolte, i pubblici ministeri di New York che indagano sulle pratiche commerciali dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump potrebbero portare uno o più procedimenti penali questa settimana, ma non prenderanno di mira lo stesso Trump.

Ronald Fischetti, un avvocato che rappresenta Trump, ha detto lunedì che sulla base delle discussioni con i pubblici ministeri, si aspetta che Trump “non sarà soggetto ad alcuna accusa” nel primo round dell’accusa. Altri che hanno familiarità con il caso hanno affermato che i pubblici ministeri si stanno preparando a sporgere denuncia contro Alan Weisselberg, il direttore finanziario a lungo termine della Trump Organization, e stanno valutando le accuse penali contro la società.

Dopo quasi tre anni di indagini sulle transazioni immobiliari di Trump, le accuse iniziali del procuratore distrettuale di Manhattan Cyrus Vance Jr. si concentreranno su Wesselberg e altre società. Se i funzionari hanno ricevuto indennità e benefici aziendali, come appartamenti senza affitto e auto a noleggio , secondo diverse persone che hanno familiarità con l’indagine, non hanno riportato correttamente le loro dichiarazioni dei redditi.Le accuse esatte che il pubblico ministero sta preparando non sono chiare

L’atto d’accusa sarà la prima indagine contro un alto funzionario della società Trump, segnando un passaggio critico dall’indagine all’accusa.

I pubblici ministeri hanno esortato il 73enne Wesselberg a collaborare con le loro indagini e fornire testimonianza, ma finora non ci sono riusciti. L’accusa aumenterà questa pressione. Wesselberg è uno dei più stretti confidenti di Trump e lavora per l’azienda da quando è stata gestita dal padre di Trump, Fred, nel 1973.

Anche il procuratore generale dello Stato di New York, Letitia James, si è unito alle indagini. I portavoce di Manhattan e l’ufficio del procuratore di stato hanno rifiutato di commentare. Anche un avvocato di Weisselberg ha rifiutato di commentare.

L’avvocato di Trump Fischerti ha detto che il caso è “imbarazzante” e infondato.

“Nei miei oltre 50 anni di pratica, non ho mai visto l’ufficio del procuratore distrettuale indirizzare a un’azienda compensi per dipendenti aziendali o benefici accessori, come auto aziendali o appartamenti,” ha affermato Fischetti, un avvocato penalista di lunga data. . .

“Hanno detto che le loro indagini sono ancora in corso, ma per tutti loro si tratta di un procedimento giudiziario abbastanza superficiale”, ha detto.

Trump ha rilasciato una dichiarazione lunedì sera tardi, criticando i pubblici ministeri per essere “rude, indecenti e totalmente di parte” e che le azioni della sua azienda “non sono state in alcun modo un crimine”.

Trump ha detto: “Continuano a ‘cercare crimini’ e intimidiranno a tutti i costi le persone per inventare storie o bugie che vogliono, ma non sono completamente in grado di ottenerle”.

Aspettati di caricare di più

Un’ampia indagine penale ha esaminato una serie di potenziali comportamenti scorretti, incluso se l’omonima società immobiliare di Trump abbia manipolato il valore della sua proprietà per ridurre il carico fiscale e ottenere prestiti più favorevoli dai creditori. Michael Cohen, ex avvocato e riparatore di Trump, ha testimoniato al Congresso che questa pratica è comune nelle aziende. Ha parlato molte volte con i pubblici ministeri.

Le persone che hanno familiarità con la questione hanno affermato che nelle prossime settimane potrebbero essere mosse ulteriori accuse contro la società o i suoi dirigenti.

Dallo scorso autunno, i pubblici ministeri sono diventati sempre più preoccupati per l’utilizzo da parte dell’azienda di indennità e benefici come forma di risarcimento per i funzionari dell’azienda. Jennifer Weisselberg, l’ex moglie del figlio di Allen Weisselberg, Barry, ha incontrato il pubblico ministero sei volte, l’ultima delle quali 10 giorni fa. Il suo avvocato ha detto che ha fornito scatole di documenti fiscali e bancari e rendiconti finanziari.

Barry Weisselberg ha anche lavorato per la Trump Organization, aiutando a gestire due piste di pattinaggio e una giostra a Central Park, New York, tutte gestite dalla società con un contratto con New York City. Questi contratti sono stati rescissi.

“Jennifer Wesselberg ha continuato a fornire ai pubblici ministeri una vasta gamma di documenti e testimonianze, ed è apparsa lì in conversazioni di prima mano su benefici accessori e altre questioni, e ha trasmesso la conversazione ai pubblici ministeri che conosceva”, ha detto a Reuters il suo avvocato Duncan Levine.

Documenti del tribunale, atti pubblici e documenti citati in giudizio nell’indagine mostrano che Allen e Barry Wesselberg hanno ricevuto benefici e regali aziendali che potrebbero valere centinaia di migliaia di dollari durante gli anni dell’Organizzazione Trump. Se non riescono a contabilizzare correttamente il denaro nelle loro dichiarazioni dei redditi e altri documenti finanziari, possono metterli in pericolo legale.

Molti dei vantaggi per Weisselberg sono legati al settore immobiliare.

Nel 2005, Barry si è sposato e si è trasferito in un’unità in un edificio di proprietà di Trump con vista su Central Park. In una testimonianza relativa al suo divorzio nel 2018, Barry ha dichiarato che lui e sua moglie non avevano pagato l’affitto per più di cinque anni di vita lì. Le dichiarazioni dei redditi della coppia, citate in giudizio dal procuratore distrettuale e riviste da Reuters, non sembrano prendere in considerazione l’affitto gratuito come compenso o donazione.

I dati immobiliari mostrano che all’epoca l’affitto per unità simili era di migliaia di dollari al mese, il che ha fatto aumentare il valore della residenza della coppia di circa 200.000 dollari.

Gli atti del tribunale mostrano che dopo il divorzio di Barry, si trasferì ancora una volta nell’appartamento di Trump, dove era anche senza affitto. Non è stato possibile contattare immediatamente l’avvocato di Barry Weisselberg per un commento.

Durante il loro matrimonio, Barry e Jennifer Weisselberg hanno goduto di altri doni e benefici da suo padre, il che ha sollevato dubbi sul fatto che alcuni di questi benefici potessero provenire anche dalla Trump Organization.

Quando gli è stato chiesto nella sua testimonianza del 2018 se credeva che il denaro fosse un regalo, Barry ha detto che considerava il denaro come un “aiuto finanziario”. Quando è stato chiesto se l’ex presidente Trump alla fine avrebbe sostenuto una di queste o altre spese per la coppia, Barry ha risposto: “Non lo so”.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *