Il boom delle assunzioni dopo il lockdown britannico raggiunge un tasso record


© Reuters. Immagine del file: i lavoratori vanno al lavoro a piedi durante le ore di punta mattutina nel distretto finanziario di Canary Wharf, Londra, Regno Unito, il 26 gennaio 2017. REUTERS/Eddie Keogh/File Photo

LONDRA (Reuters) – Un sondaggio di giovedì ha mostrato che il boom delle assunzioni nel Regno Unito dopo il blocco di giugno ha continuato a scaldarsi poiché i datori di lavoro hanno assunto i dipendenti più a lungo termine almeno dalla fine degli anni ’90 e una carenza senza precedenti di candidati Level, spingendo verso l’alto lo stipendio iniziale.

Anche le offerte di lavoro hanno raggiunto il livello più alto da quando è stata lanciata l’indagine Reclutamento e occupazione Consortium (REC) quasi 24 anni fa.

“I reclutatori stanno facendo del loro meglio per riempire i posti vacanti nella nostra economia”, ha affermato Neil Carberry, CEO di REC. “Il mercato del lavoro sta migliorando al ritmo più veloce che abbiamo visto, ma questo è ancora un periodo imprevedibile”.

Il mercato del lavoro britannico è sostenuto dal massiccio blocco del programma di sussidi all’occupazione del governo e, con la riapertura dell’economia, le assunzioni stanno riprendendo.

La maggior parte delle restanti restrizioni COVID terminerà in Inghilterra il 19 luglio, consentendo a bar e ristoranti di servire più clienti e riprendere i principali eventi pubblici.

Ma con molti lavoratori stranieri che lasciano il Regno Unito durante la pandemia di coronavirus, trovare dipendenti è diventato un problema per molte aziende.

Secondo il sondaggio REC, l’aumento dello stipendio iniziale è stato il più grande dal 2014 e l’aumento dello stipendio orario per i dipendenti a breve termine è stato il più forte dal 2004. La Banca d’Inghilterra presterà attenzione a questa prova nel valutare la temporaneità del recente aumento nell’inflazione.

Carberry ha affermato che la graduale eliminazione del sussidio governativo al lavoro per l’emergenza coronavirus tra luglio e la fine di settembre potrebbe significare che più persone cercheranno lavoro.

Le società di reclutamento britanniche PageGroup e Robert Walters hanno entrambi alzato le previsioni di profitto mercoledì perché hanno aumentato le assunzioni in più paesi/regioni operative.

Ma il CEO di PageGroup ha affermato che è troppo presto per giudicare se l’aumento delle assunzioni rappresenti una domanda temporaneamente soppressa o l’inizio di una crescita a lungo termine.

Un altro sondaggio pubblicato dalla Camera di commercio britannica mette in luce i problemi che molti datori di lavoro devono affrontare quando vogliono assumere lavoratori quando l’economia riapre.

La BCC ha dichiarato che il 52% delle aziende ha cercato di assumere nel secondo trimestre del 2021, il livello più alto da quando la pandemia ha colpito il Regno Unito poco prima. Circa il 70% degli intervistati ha affermato che è difficile trovare dipendenti, con un aumento di 7 punti percentuali rispetto al primo trimestre.

Il settore con la più alta percentuale di imprese che segnalano difficoltà è quello delle costruzioni, con l’82%, seguito dal settore alberghiero e della ristorazione, con il 76%.

BCC ha dichiarato che quasi il 40% delle aziende prevede di espandere la propria forza lavoro nel prossimo trimestre, un valore superiore alla media 2018-19 del 29% prima della pandemia.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *