Il canadese Trudeau critica la Chiesa cattolica per aver ignorato il ruolo delle scuole aborigene Reuters


2/2

© Reuters. Foto del file: dopo che i resti di 215 bambini sono stati trovati su un sito britannico, le scarpe per bambini si sono allineate sul fondo della statua deturpata della Ryerson University di Egerton Ryerson, che si ritiene sia l’architetto del sistema scolastico indigeno residenziale canadese.

2/2

Autori: Steve Scherer e Anna Mehler Paperny

Ottawa (Reuters)-Dopo che i resti di 215 bambini sono stati trovati in una vecchia scuola il mese scorso, il primo ministro canadese Justin Trudeau ha detto venerdì che la Chiesa cattolica deve presumere che si tratti di un bambino indigeno in Canada Sono state aperte le responsabilità di molti collegi.

Trudeau ha detto ai giornalisti: “Come cattolico, sono profondamente deluso dalla posizione che la Chiesa cattolica ha assunto ora e negli ultimi anni”. “Speriamo che la chiesa si alzi e si assuma la responsabilità del suo ruolo in questo senso”.

La Conferenza dei Vescovi Cattolici del Canada non ha risposto a una richiesta di commento.

Tra il 1831 e il 1996, il sistema dei collegi canadesi mise in quarantena forzatamente circa 150.000 bambini a casa. Molte persone subiscono abusi, stupri e malnutrizione, che la Commissione per la verità e la riconciliazione ha definito “genocidio culturale” nel 2015.

Gestita dal governo e da gruppi ecclesiali, la maggior parte dei quali cattolici, l’obiettivo dichiarato della scuola è quello di assimilare i bambini indigeni.

I resti dei bambini sono stati trovati questa settimana al Kamloops Indian Boarding School nella British Columbia, che è stato chiuso nel 1978, il che ha riaperto vecchie ferite e ha provocato rabbia per la continua mancanza di informazioni e responsabilità.

Dal 1893 al 1969, una chiesa cattolica chiamata Tribute to the Immaculate Missionaries gestiva la Kamloops School, che un tempo era la più grande scuola del Canada.

Venerdì, il capo di Tk̓emlúps te Secwépemc, Rosanne Casimir della Kamloops School, che è ancora nella sua terra, ha detto ai giornalisti che il paese non ha ricevuto alcun documento dalla Consacrazione dell’Immacolata Concezione per aiutare a identificare il bambino.

Casimir ha detto: “Speriamo di ottenere delle scuse dalla Chiesa cattolica”. “Chiedi scusa pubblicamente. Non solo per noi, ma anche per il mondo intero”.

Nel 2008, il governo canadese si è formalmente scusato per il sistema. Trudeau ha detto che molte persone “vogliono sapere perché la Chiesa cattolica in Canada è rimasta in silenzio e non si è rafforzata”.

Ha aggiunto: “Prima di iniziare a portare la Chiesa cattolica in tribunale, spero vivamente che i leader religiosi capiscano che questo è qualcosa a cui devono partecipare e non nascondersi”.

Da quando si è insediato nel 2015, Trudeau non ha mai fatto un commento così acuto sui collegi alla Chiesa cattolica.

Mercoledì, l’arcivescovo di Vancouver, J. Michael Miller, ha dichiarato su Twitter che “la chiesa è senza dubbio sbagliata” e che la sua arcidiocesi pubblicherà i suoi file e registri sui collegi.

L’incontro ha affermato sul suo sito web che ogni parrocchia è indipendente e responsabile delle proprie azioni.

Diceva: “La Chiesa cattolica in Canada nel suo insieme non ha nulla a che fare con i collegi, e la Conferenza dei vescovi cattolici del Canada non ha nulla a che fare con questo”.

Inoltre, venerdì gli esperti dei diritti umani delle Nazioni Unite hanno invitato il Canada e il Vaticano a indagare ulteriormente sulla morte dei bambini trovati a Kamloops.

Hanno detto in una dichiarazione: “È incredibile che il Canada e la Santa Sede non sappiano dove si trovano questi crimini efferati e non abbiano ricevuto rimedi adeguati”.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *