Il capo della BBC ha detto che la guerra culturale fa parte della Gran Bretagna moderna


Il direttore generale della BBC una volta ha affermato che la guerra culturale fa parte della Gran Bretagna moderna, definendola un “cammino sul filo del rasoio” della sua generazione.

Tim David Giovedì, alla futura conferenza stampa del Financial Times, ha dato il benvenuto al prossimo GB News, un’emittente ispirata a Fox News, che promette di contrastare la “sobria” dei concorrenti britannici.

“A proposito della guerra culturale… Benvenuti nella moderna Gran Bretagna”, ha detto David giovedì. “Ascolta opinioni diverse e sii disposto a esprimere opinioni diverse. Questo è il gioco ora”.

“E penso che tutta la nostra generazione stia camminando sul filo del rasoio”, ha aggiunto.

I suoi commenti sono arrivati ​​dopo il recente scandalo, che ha scoperto che il giornalista della BBC Martin Bashir ha mentito sull’intervista alla principessa Diana del Galles 25 anni fa.controversie Getta un’ombra sul futuro della BBCPerché ha negoziato il suo futuro accordo di finanziamento con il governo conservatore.

Ma il 10, è stato accusato di aver tentato di sabotare la BBC perché ha lanciato una guerra culturale volta a ripristinare l’equilibrio delle opinioni tra la cultura britannica e le organizzazioni dei media di alto livello.

L’anno scorso, il famoso ex conduttore di programmi politici della BBC Andrew Neil si è dimesso per guidare il nuovo canale di notizie GB di destra. Neal ha anche parlato a un evento sul British Financial Times, affermando che la parte di “osservazione del risveglio” del suo piano non aveva lo scopo di provocare una guerra culturale. “Il fuoco è stato acceso dai soldati risvegliati”, ha detto.

Neal ha affermato di ritenere che “l’abolizione della cultura” – il rifiuto di persone che esprimono opinioni offensive su grandi gruppi sui social media – sia “una completa trasformazione dell’Illuminismo”.

Ha aggiunto che valuterà il successo di GB News monitorando “se abbiamo identificato correttamente le lacune in GB News”. [media] mercato”.

La BBC ha commissionato un’indagine sulle azioni di Bashir e ha scoperto che l’alta dirigenza ha cercato di coprire l’incidente, spingendo l’emittente Avviare un’altra indagine È entrato nella sua cultura e pratica editoriale il mese scorso.

“Penso che la verità sia che puoi gestire questi scandali, ma ciò di cui ci preoccupiamo è che il nostro sistema sia costruito sulla fiducia”, ha detto David.

David crede che sia difficile confrontare le crisi recenti con gli scandali precedenti, ad esempio, l’artista della BBC Jimmy Savile (Jimmy Savile) ha usato la sua posizione nell’emittente per violentare e abusare di bambini.

“È davvero difficile confrontare queste cose perché sono asimmetriche… hanno forme diverse”, ha detto David.

Per quanto riguarda il futuro del modello di finanziamento dell’azienda, ha affermato che la BBC deve trovare un giusto equilibrio tra “influenza e ritorni finanziari” e ha aggiunto che BBC Studios, il dipartimento di produzione commerciale che David gestiva una volta, è già un’attività redditizia.

David ha affermato che l’organizzazione deve affrontare “la vera scelta ora intorno ai paywall” nei mercati esteri come gli Stati Uniti. “Sono interessato ai paywall intorno ad alcuni prodotti di notizie e ai nostri programmi concreti”.



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *