Il dipartimento commerciale di Exclusive-Pemex vieta nuovi affari con la fonte Trafigura-Reuters


2/2

© Reuters. Foto del file: il 15 gennaio 2019, Città del Messico, Messico, una petroliera che trasporta carburante viaggia lungo la strada fino a una stazione di servizio. REUTERS/Henry Romero/File Photo

2/2

Autori: Stephanie Eisenbach e Julia Payne

Città del Messico/Londra (Reuters)-Secondo un documento e una fonte, il braccio commerciale della compagnia petrolifera statale messicana Petroleos Mexicanos (Pemex) ha temporaneamente vietato nuovi affari con Trafigura AG a causa del commerciante di energia in più paesi Un’indagine approfondita è stata condotta sul suo comportamento.

Il più grande commerciante di materie prime indipendente al mondo https://www.reuters.com/article/us-oil-corruption-traders-factbox-idUKKBN28E2RJ Dopo anni di indagini sulla corruzione di funzionari pubblici in più paesi/regioni dell’America Latina per presunta corruzione censura negli Stati Uniti in tutto il mondo.

Pemex e altre compagnie petrolifere statali sono caute nel fare affari con uomini d’affari tra cui Trafigura e la rivale Widow.

Secondo le comunicazioni aziendali viste da Reuters, all’inizio di questo mese, PMI Comercio International ha sospeso le nuove transazioni con Trafigura e le sue sussidiarie fino a nuovo avviso. Il documento non specificava il motivo del divieto.

Il Messico è il quarto importatore mondiale di prodotti petroliferi raffinati e uno dei principali acquirenti di gas naturale liquefatto (GNL). Molte società commerciali e compagnie petrolifere straniere acquistano petrolio greggio messicano da Pemex e forniscono prodotti raffinati o gas naturale liquefatto alle società statali messicane.

Una fonte a conoscenza dell’azienda ha affermato che i dipendenti di PMI responsabili dell’importazione di carburante Pemex sono stati invitati a rispettare l’accordo esistente con Trafigura, ma non hanno accettato nuove transazioni dall’inizio di luglio.

Secondo diverse fonti, il rapporto commerciale a lungo termine del Messico con Trafigura e altri commercianti di energia è diventato sempre più difficile da mantenere poiché l’azienda e le sue divisioni hanno gradualmente implementato ulteriori livelli di conformità.

Due fonti hanno affermato che la ragione principale per l’aumento del controllo era che Pemex e le sue controllate temevano che le società che erano state oggetto di indagini sulla corruzione altrove sarebbero state colpite.

A causa della delicatezza della questione, tutte le fonti hanno chiesto l’anonimato.

Un’altra fonte ha affermato che altre divisioni Pemex continuano a commerciare con il rivenditore con sede a Ginevra. Reuters non è stata in grado di determinare la frequenza e la portata delle relazioni commerciali, ma le Americhe hanno rappresentato il 31% delle entrate petrolifere di Trafigura nel 2020.

“Riteniamo che Trafigura non abbia basi per sospendere la nuova attività e non vediamo l’ora di chiarire la situazione con PMI il prima possibile”, ha affermato un portavoce di Trafigura, aggiungendo che i suoi standard di conformità sono stati esaminati da un consulente legale esterno indipendente.

Pemex non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Secondo due fonti a conoscenza della situazione degli approvvigionamenti, questo mese dovrebbero arrivare nei porti messicani almeno due spedizioni di benzina e nafta fornite da Trafigura, a conferma che le merci acquistate prima della decisione di sospensione non sono state cancellate.

Inoltre, secondo due diverse fonti, è ancora valido il contratto tra Trafigura e la società elettrica messicana Comision Federal de Electricidad per la fornitura di GNL al Paese.

I due maggiori settori commerciali di Trafigura sono petrolio e metalli. Il volume degli scambi di petrolio greggio e raffinato della società nella prima metà di quest’anno è stato di circa 6,4 milioni di barili al giorno, rendendola il più grande commerciante di petrolio dopo Widow.

I pubblici ministeri brasiliani hanno annunciato nel 2018 che stavano indagando su sospetta corruzione di uomini d’affari Trafigura, Vitol e Glencore (OTC:) e funzionari della holding statale Petrobras.

Victor, il più grande commerciante di materie prime, ha accettato l’anno scorso di pagare alle autorità statunitensi e brasiliane $ 164 milioni perché ha ammesso di aver corrotto funzionari in Messico, Brasile ed Ecuador per ottenere e mantenere affari con compagnie petrolifere statali locali.

Dal 2020, la compagnia statale dell’Ecuador Petroecuador ha rimosso Widow e Gunvor dal suo elenco di fornitori durante l’indagine.

Il presidente Andres Manuel López Obrador ha ribadito a giugno che il Messico vuole che Vitol accetti pubblicamente i nomi dei funzionari della compagnia petrolifera statale corrotti da Vitol.

PMI ha temporaneamente vietato le transazioni con Vitol a dicembre. Dopo che il commerciante ha ammesso di aver pagato sconti per vincere affari, il Messico sta cercando di rinegoziare alcuni dei suoi contratti con Vitol. La fonte ha detto che il divieto è ancora in vigore.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *