Il dollaro USA è aumentato ma è stato soppresso a causa delle continue preoccupazioni per l’inflazione


© Reuters.

Gina Lee

Investing.com-Il dollaro USA è aumentato nei primi scambi asiatici di martedì, ma è stato represso dagli investitori che continuavano a misurare le pressioni inflazionistiche prima che la Fed prendesse decisioni politiche.

A partire dalle 00:58 Eastern Time (4:58 GMT), il tasso di cambio che segue il dollaro USA rispetto a un paniere di altre valute è aumentato leggermente dello 0,13% a 90,062. L’indice non è lontano dal minimo di quattro mesi e mezzo di 89,533 raggiunto a maggio.

La coppia di valute è aumentata leggermente dello 0,16% a 109,41. Il primo trimestre del 2021 pubblicato all’inizio della giornata si è contratto rispettivamente dell’1% e del 3,9%.

La coppia di valute è scesa leggermente dello 0,14% a 0,7742. I dati australiani pubblicati all’inizio della giornata hanno mostrato che l’indice è salito a 20 a maggio e anche a 37. Nel Mar di Tasman, l’indice è sceso dello 0,21% a 0,7215.

La coppia di valute è scesa dello 0,05% a 6,3929 e la coppia di valute è scesa dello 0,14% a 1,4158.

Gli investitori stanno ancora digerendo il rapporto sull’occupazione di maggio pubblicato la scorsa settimana. Il rapporto afferma che sono state aggiunte 559.000 persone, che è molto al di sotto delle 650.000 persone previste da Investing.com.

“Non è che i dati sull’occupazione non agricola siano deboli. È che il dollaro USA ha subito alcune battute d’arresto a causa della creazione di così tante aspettative in anticipo”, Barclays (LON:) Lo ha detto a Reuters lo stratega senior del cambio Shinichiro Kadota.

I dati hanno mostrato che i rendimenti obbligazionari statunitensi sono rimasti vicini ai minimi recenti, il che ha pesato anche sul dollaro.

Gli investitori stanno ora aspettando che il rapporto venga pubblicato entro la fine della settimana per valutare la prossima mossa della Fed prima che la decisione politica venga annunciata la prossima settimana.

La Fed dovrebbe ora annunciare il suo piano per iniziare a ridurre le dimensioni delle sue attività più avanti nel 2021 e il processo effettivo inizierà all’inizio del 2022.

La sua decisione politica sarà annunciata giovedì e ha anche attirato l’attenzione degli investitori.

In America Latina, il peso messicano rispetto al dollaro USA si è rafforzato a 19,832, vicino al livello più alto dalla fine di gennaio 2020. Le elezioni di medio termine del paese hanno ridotto la maggioranza del partito MORENA guidato dal presidente Andres Manuel Lopez Obrador, ma hanno confermato MORENA come il partito più potente del paese.

L’elezione ha avuto l’effetto opposto sul Sol peruviano, che è sceso al minimo storico di 3,9367 per dollaro. Sebbene il socialista Pedro Castillo sia davanti al rivale di destra Fujimori Keiko nel calcolo dei voti alle elezioni presidenziali del paese, quest’ultimo non si è ancora arreso.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *