Il dollaro USA raggiungerà il suo mese migliore in 4-1/2 anni, il test dei dati sull’occupazione è imminente Reuters


© Reuters. Foto del file: il 28 aprile 2010, un dipendente della Korea Exchange Bank ha contato banconote da $ 100 mentre scattava foto presso la sede della Seoul Bank. REUTERS/Jo Yong-Hak/File Photo

Ritvik Carvalho

LONDRA (Reuters) – Il dollaro USA registrerà mercoledì il suo più grande guadagno mensile da novembre 2016, supportato dal disagio dei trader di fronte agli imprevedibili dati sull’occupazione negli Stati Uniti e dalle preoccupazioni sulla diffusione di una variante del coronavirus Delta.

Il dollaro USA è aumentato di circa il 2,5% rispetto a un paniere di valute questo mese, principalmente a causa di un cambiamento inaspettatamente difficile nelle prospettive dei tassi di interesse della Fed. Gli operatori ritengono che se i dati sul lavoro di questa settimana fornissero indizi sulla pressione dei responsabili politici, potrebbero muoversi in modo significativo in entrambe le direzioni.

Mercoledì, le valute sensibili al rischio e legate alle materie prime hanno visto il calo maggiore dopo che il dollaro australiano e il dollaro neozelandese sono scesi di circa lo 0,7% rispetto al dollaro USA e il dollaro canadese è sceso di circa lo 0,5% rispetto al dollaro USA.

Sono rimasti stabili durante il periodo europeo e gli asset rifugio di yen e franco svizzero sono rimasti fino a martedì. Ciò pone il tasso di cambio euro-dollaro a $ 1,1900 e il tasso di cambio yen-dollaro a $ 110,49 e $ 0,7518, che rientrano tutti nell’intervallo dei recenti minimi storici rispetto al dollaro.

L’indice del dollaro USA, che misura il dollaro USA contro un paniere di sei principali valute, è rimasto stabile a 92,041 dopo aver toccato il massimo di una settimana di 92,194 martedì.

Grafico: il dollaro USA dovrebbe registrare il suo miglior guadagno mensile da novembre 2016-https://fingfx.thomsonreuters.com/gfx/mkt/oakpedmxnvr/DXY.png

Questa settimana, i dati sul lavoro negli Stati Uniti metteranno alla prova le prospettive a breve termine per il dollaro. Segnali di forza potrebbero aumentare le pressioni inflazionistiche e costringere i responsabili politici ad accelerare il ritmo degli aumenti dei tassi di interesse, mentre il mancato adempimento potrebbe portare a un riempimento del calendario.

I dati sull’occupazione privata saranno rilasciati più tardi mercoledì, ma l’obiettivo principale saranno i dati sul lavoro più completi pubblicati venerdì.

Gli economisti intervistati da Reuters prevedono che l’occupazione privata aumenterà di 600.000 a giugno, un rallentamento rispetto ai 987.000 posti di lavoro creati un mese fa.

Valentin Marinov, capo della ricerca sui cambi del G10 presso Crédit Agricole, ha dichiarato: “Sebbene il dollaro USA possa essere suscettibile di dati potenziali deludenti oggi, sospettiamo che qualsiasi calo del dollaro USA prima che i più importanti dati sull’occupazione non agricola vengano pubblicati su Venerdì sarà interessato. Acquista.” (Transazione da banco:).

La previsione media per l’occupazione non agricola di venerdì è di 700.000 posti di lavoro in più, ma la differenza tra 83 stime è ampia, da 376.000 a oltre 1 milione.

Oltre ai dati incombenti, la nuova ondata di infezioni globali da coronavirus e le misure restrittive per contenerle hanno limitato i movimenti valutari.

Il numero di casi in Indonesia ha stabilito un record giornaliero, il blocco in Malesia si sta estendendo, anche il blocco in Australia si sta espandendo e con la diffusione del virus delta infettivo, i viaggiatori dal Regno Unito stanno affrontando nuove restrizioni.

Paul Michael, il capo globale della ricerca sui cambi presso HSBC, ha affermato che il mercato dei cambi sembra passare dal prestare molta attenzione all’aumento e alla caduta della propensione al rischio a diventare più sensibile ai tassi di interesse, il che ha promosso lo shock del dollaro.

“Negli ultimi mesi, c’è stata molta accumulazione speculativa di posizioni corte in dollari USA, e pensiamo che queste posizioni si stiano diluendo”, ha detto Michael ai giornalisti durante la teleconferenza sulle prospettive.

In effetti, i dati hanno mostrato che il valore delle scommesse contro il dollaro USA la scorsa settimana ha visto il più grande calo in tre mesi, il che ha aumentato il dollaro USA poiché le posizioni corte hanno acquistato il dollaro USA per chiudere la sua posizione.

La sterlina era stabile a $ 1,3832.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *