Il governo indiano ha aumentato significativamente il numero di decessi per COVID-19, chiede un’ampia revisione Reuters


3/3

© Reuters. Il 9 giugno 2021, in un villaggio alla periferia di Ahmedabad, in India, uno staff medico controlla la temperatura dei bambini durante la sorveglianza domiciliare per proteggerli dalla diffusione del coronavirus (COVID-19). REUTERS/Amit Dave

2/3

Autori: Manas Mishra e Neha Arora

Bangalore/Nuova Delhi (Reuters)-Dopo la scoperta di migliaia di casi non segnalati, uno stato indiano ha aumentato significativamente il numero di morti per COVID-19, sollevando il sospetto che il bilancio complessivo delle vittime dell’India sia significativamente superiore alla cifra ufficiale.

Ad aprile e maggio, durante la devastante seconda ondata dell’epidemia di coronavirus, gli ospedali indiani hanno esaurito i letti e l’ossigeno salvavita e le persone sono morte nel parcheggio e in casa fuori dall’ospedale.

Medici ed esperti sanitari affermano che molti di questi decessi non sono registrati nelle statistiche COVID-19.

Secondo i dati del Ministero della Salute, l’India ha il secondo maggior numero di infezioni da COVID-19 al mondo, seconda solo agli Stati Uniti, con 29,2 milioni di casi e 359.676 morti.

Tuttavia, in Bihar sono state trovate migliaia di morti non segnalate, il che ha sollevato sospetti che più vittime del coronavirus non siano incluse nei dati ufficiali.

Il dipartimento della salute del Bihar, uno degli stati più poveri dell’India, ha rivisto il numero totale di decessi legati al COVID-19 da circa 5.424 di mercoledì a oltre 9.429.

Un funzionario sanitario distrettuale ha affermato che la morte appena segnalata è avvenuta il mese scorso e che i funzionari statali stanno indagando sull’errore e incolpano gli ospedali privati ​​per la supervisione.

“Queste morti sono avvenute 15 giorni fa e vengono caricate solo sul sito web del portale del governo. Verranno presi provvedimenti contro alcuni ospedali privati”, ha detto il funzionario, che non è stato autorizzato a parlare con i media e ha rifiutato di essere nominato.

Gli esperti sanitari affermano di ritenere che il numero di infezioni e decessi da coronavirus in tutto il paese sia notevolmente sottostimato, in parte perché ci sono poche strutture di test nelle aree rurali, i due terzi degli indiani vivono lì e ci sono pochi ospedali.

Molte persone si sono ammalate e sono morte in casa senza essere state testate per il coronavirus.

“Problemi generali”

Poiché i crematori hanno lottato per far fronte all’ondata di morti negli ultimi due mesi, molte famiglie hanno deposto i loro corpi nel sacro Gange o li hanno sepolti in fosse poco profonde nei banchi di sabbia del Gange.

Queste persone potrebbero non essere registrate come vittime di COVID.

“La sottosegnalazione è un problema comune, non necessariamente intenzionale, ma di solito a causa di segnalazioni insufficienti”, ha affermato Rajib Dasgupta, capo del Centro di medicina sociale. Salute della comunità (New York Stock Exchange:) ha detto a Reuters la Jawaharlal Nehru University di Nuova Delhi.

Dasgupta ha dichiarato: “In un contesto rurale, non importa cosa dicono o affermano gli stati, il test non è semplice, facile o accessibile”.

Nel complesso, da metà marzo, il numero di casi e decessi in India è costantemente diminuito nelle ultime settimane.

Secondo i dati del ministero della Salute, dopo un aumento di 94.052 casi nelle ultime 24 ore, il numero totale di casi ufficiali di giovedì è stato di 29,2 milioni, mentre il bilancio totale delle vittime è stato di 359.676.

Il New York Times ha stimato il numero di morti in base al numero di morti e al numero di morti per infezione in un periodo di tempo e ha stimato che il bilancio delle vittime in India sia compreso tra 600.000 e 1,6 milioni.

Il governo considera queste stime esagerate. Ma il principale partito di opposizione del Congresso ha affermato che altri stati devono seguire l’esempio del Bihar e rivedere il bilancio delle vittime negli ultimi due mesi.

Il portavoce del Congresso Sharma Mohamad ha dichiarato: “Questo dimostra senza dubbio che il governo ha nascosto le morti per la nuova polmonite della corona”, aggiungendo che anche i principali stati come Uttar Pradesh, Madhya Pradesh e Gujarat dovrebbero ordinare controlli.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *