Il numero di aerei da combattimento cinesi che volano a Taiwan raggiunge un livello record


Secondo i funzionari di Taipei, martedì la Cina ha pilotato 28 aerei militari nella zona cuscinetto della difesa aerea di Taiwan, la più grande invasione di questo tipo fino ad oggi, una mossa che continua la rabbia di Pechino per gli avvertimenti sulla pressione militare emessi dai paesi occidentali e dai loro alleati. isola.

L’aeronautica di Taiwan ha dichiarato in una dichiarazione che questi voli hanno coinvolto 20 aerei da combattimento e 4 bombardieri con capacità nucleare, oltre a velivoli antisommergibili e di allerta precoce. In precedenza, la più grande invasione era stata di 25 aerei militari cinesi in un giorno ad aprile.

Questa azione è stata portata avanti dopo che il gruppo per l’economia avanzata del G7 ha emesso un comunicato finale domenica dopo il vertice del Regno Unito. evidenziare “L’importanza della pace e della stabilità attraverso lo stretto di Taiwan” richiede una soluzione pacifica della questione Cina-Taiwan.

Queste osservazioni – questa è la prima menzione di Taiwan nel Comunicato del G7 – sono l’ultimo di una serie di avvertimenti sull’escalation delle tensioni attraverso lo Stretto di Taiwan in un forum internazionale. Ad aprile, il presidente degli Stati Uniti Biden e il primo ministro giapponese Yoshihide Suga hanno rilasciato una dichiarazione congiunta. dichiarazione Ciò sottolinea l’importanza della pace nella regione. Questo problema è incluso anche nella dichiarazione congiunta Giappone-Australia di questo mese.

La tensione a Taiwan fa parte di una serie di questioni relative alla Cina per cui i paesi occidentali e i loro partner esprimono spesso le loro preoccupazioni. Altri includono il trattamento da parte di Pechino della minoranza uigura nel paese, minando l’autonomia di Hong Kong e l’aggressione nel Mar Cinese Meridionale e Orientale.I leader della NATO hanno avvertito questa settimana che la Cina costituisce “Sfide sistemiche” Un ordine internazionale basato su regole.

Pechino ha reagito con rabbia. Questa settimana ha accusato il Gruppo dei Sette e la NATO di “calunniarlo”.

La Cina sostiene che Taiwan fa parte del suo territorio e minaccia che se Taipei si rifiuta di sottomettersi al suo controllo, la attaccherà. Nell’ultimo anno, Pechino ha aumentato la sua pressione militare sui paesi vicini e la sua forza aerea vola frequentemente nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan (ADIZ).

La zona di identificazione della difesa aerea non è uno spazio aereo sovrano, ma un’area delimitata da alcuni paesi per definire aree in cui ritengono che l’ingresso senza preavviso nel loro spazio aereo rappresenti un rischio per la sicurezza e risponderà, ad esempio, facendo decollare i caccia.

Gli esperti della difesa ritengono che l’invasione cinese della zona di difesa aerea di Taiwan sia uno strumento utilizzato da Pechino per esprimere la propria insoddisfazione per il sostegno internazionale a Taipei. L’ammiraglio Li Ximing, l’ex capo di stato maggiore delle forze armate di Taiwan, ha affermato all’inizio di quest’anno che queste misure “riguardano più le informazioni politiche che il significato delle operazioni militari”.

Tuttavia, l’aeronautica dell’Esercito popolare di liberazione cinese utilizza anche questi voli per condurre esercitazioni in un’area di importanza strategica nella competizione con l’esercito statunitense, che è importante in qualsiasi conflitto a Taiwan o nel conteso Mar Cinese Meridionale.

Secondo a carta geografica Il ministero della Difesa nazionale di Taiwan ha annunciato martedì, insieme alla dichiarazione dell’aeronautica militare, che alcuni caccia e bombardieri hanno sorvolato l’estremità meridionale dell’isola verso il Pacifico occidentale, una rotta che gli aerei militari cinesi hanno iniziato a prendere solo negli ultimi mesi. gli esperti hanno detto che erano soliti mostrare la loro abilità.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *