Il paese con il più alto rapporto tra spesa pubblica e PIL

Il mondo è in una crisi del debito sovrano apparentemente senza fine e molti paesi non vogliono o non sono in grado di controllare la spesa pubblica. Una metrica che gli investitori possono utilizzare per tenere traccia di queste spese su scala globale è la spesa pubblica in percentuale della spesa totale. prodotto interno lordo.

Nel 2019, secondo Banca Mondiale I dati mostrano che i principali paesi con la più alta spesa pubblica in percentuale del PIL sono in tutto il mondo, compresi alcuni dei paesi più ricchi d’Europa e alcuni dei paesi più poveri del mondo. Il Paese con la percentuale più alta è il Lesotho, con il 39,61%, e il più basso è il Ciad, con il 3,59%.

Punti chiave

  • La spesa pubblica in percentuale del prodotto interno lordo (PIL) è un modo per valutare la gestione fiscale di un paese.
  • La Banca Mondiale fornisce un elenco di tutti i paesi e la loro spesa pubblica in rapporto al PIL.
  • In cima alla lista c’è il Lesotho, e in fondo alla lista c’è il Ciad, i due paesi africani.
  • Molti paesi europei sono nella lista dei primi 10, ma questo non significa una cattiva gestione fiscale.
  • Il rapporto tra spesa pubblica e PIL può essere un rapporto fuorviante perché non tiene conto delle entrate ottenute dal governo o del modo e dell’efficienza dell’uso dei fondi.

Lesotho

Il Lesotho è un piccolo paese senza sbocco sul mare circondato dal Sudafrica. È considerato un paese a basso e medio reddito con una popolazione di 2.1 milioni e un PIL pro capite di US $ 1,118. Il paese ha ottenuto l’indipendenza dal Regno Unito nel 1966 ed è governato dal capo del governo della monarchia e dal primo ministro.

A causa della lenta crescita economica globale e dei disastri naturali, la performance economica del paese è stata colpita negli ultimi anni. L’instabilità politica del paese e la lenta crescita del Sudafrica hanno avuto un forte impatto sul paese.Immagino così Prodotto interno lordo reale Nel 2018 e nel 2019, il tasso di crescita è diminuito rispettivamente dell’1,2% e dello 0,4%. Il tasso di crescita medio del PIL dal 2019 al 2023 dovrebbe essere dello 0,6%, principalmente a causa dell’impatto del Covid-19.

Il paese ha molti progetti legati all’edilizia che dovrebbero promuovere la crescita economica, inclusi molti progetti di energia verde; tuttavia, disoccupazione Raggiunge il 22,5% e c’è molta disuguaglianza e povertà. Il rapporto tra spesa pubblica e PIL in Lesotho è del 39,61%.

Burundi

Il Burundi è un paese senza sbocco sul mare dell’Africa orientale, considerato un paese a basso reddito con l’80% della popolazione che vive in agricoltura industria. La popolazione è di 11,6 milioni. Nel 2005, lo stato ha implementato l’istruzione primaria gratuita e il tasso di iscrizione nell’anno accademico 2018-2019 è stato del 120%.

Nel 2015 gli aiuti esteri hanno iniziato a diminuire, causando difficoltà finanziarie e di bilancia dei pagamenti. La crescita economica del paese è debole, ma la sua crescita demografica è forte, portando a un aumento di 276 dollari del reddito pro capite nel 2020. La spesa pubblica del Burundi ha rappresentato il 27,64% del PIL.

paesi europei

Il più grande consumatore L’Europa è Svezia (25,85%), Paesi Bassi (24,51%) e Norvegia (24,42%).

Sebbene Svezia, Paesi Bassi e Norvegia siano in cima alla lista, ciò non significa necessariamente che gli investitori dovrebbero evitare di investire qui, perché tutti e tre i paesi hanno AAA Rating del debito sovrano Da Standard & Poor’s e altre agenzie di rating.

Un’indagine su Svizzera (11,90%) e Albania (11,52%) mostra che non esiste alcuna relazione tra la qualità degli investimenti e la percentuale della spesa pubblica sul PIL. Questi due paesi hanno la spesa più bassa in percentuale del PIL, ma la Svizzera ha un rating sovrano di AAA e l’Albania ha un rating di B+.

stati Uniti

A partire dal 2021, nonostante le crescenti tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, basate sulla forza economica, gli Stati Uniti hanno ricevuto un rating Aaa da Moody’s e un rating AA+ da Standard & Poor’s. I tagli alle tasse che sono diventati legge nel dicembre 2017 dovrebbero causare un forte aumento del deficit degli Stati Uniti, ma l’economia in crescita dovrebbe essere in grado di compensare qualsiasi debolezza fiscale.

Durante la pandemia di Covid-19, il Paese ha subito le stesse perdite economiche di gran parte del mondo, ma la rapida introduzione dei vaccini negli Stati Uniti ha portato alla ripresa economica e alla crescita prevista. Le spese del governo degli Stati Uniti hanno rappresentato il 13,97% del PIL.

Linea di fondo

La spesa pubblica in percentuale del PIL è un semplice indicatore che alcune persone usano per valutare la spesa pubblica globale. Un punto debole di questa misura è che considera solo l’aspetto dei costi, ignorando le entrate del governo generate attraverso la tassazione e altri mezzi. La spesa pubblica in percentuale del PIL, combinata con altri indicatori, può riflettere più accuratamente la spesa pubblica.



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *