Il presidente filippino ha una controversia con Pacquiao sulla questione del Mar Cinese Meridionale Reuters


3/3

© Reuters. Immagine del file: il senatore e pugile filippino Manny Pacquiao parla all’audizione di conferma del Congresso del Segretario per l’ambiente del Senato di Manila Regina Lopez il 2 maggio 2017. REUTERS/Erik De Castro

2/3

Manila (Reuters)-Il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha criticato il pugile Manny Pacquiao per la sua conoscenza “superficiale” della politica estera, che ha scatenato una faida con il pugile In precedenza, il senatore e l’ottavo campione distrettuale hanno dichiarato di aver scoperto che la posizione del leader sul Mar Cinese Meridionale problema era “mancanza”.

In un’intervista con SMNI News Channel nella tarda serata di martedì, Duterte ha dichiarato che Pacquiao, senatore e stretto alleato, dovrebbe “imparare prima” prima di pesare.

Pacquiao ha insistito sulla sua posizione e ha reagito mercoledì, quando ha detto che il Paese dovrebbe impegnarsi in un dialogo sulla controversia, ma “proteggere fermamente i nostri diritti sovrani”.

Parlando del lodo arbitrale internazionale vinto dalle Filippine in una causa contro la Cina nel 2016, Pacquiao ha dichiarato: “Sono filippino e parlo per difendere il lodo che diamo per scontato”.

Sebbene Duterte sia molto popolare in patria, è stato ampiamente criticato per essersi rifiutato di confrontarsi con la Cina per le azioni dell’esercito cinese, della guardia costiera e della flotta peschereccia e ha ripetutamente affermato che queste sono prive di significato.

La difesa e le agenzie diplomatiche filippine si sono recentemente opposte con forza alla continua presenza di centinaia di navi cinesi nella zona economica esclusiva delle Filippine, affermando che queste navi erano gestite dalla milizia. La Cina lo nega.

Duterte ha detto una volta che le Filippine hanno un “debito enorme” con la Cina e ringrazia la Cina per il suo sostegno in altre aree. Pacquiao non è soddisfatto di questo.

Pacquiao, 42 anni, ha dichiarato il mese scorso di aver trovato la posizione di Duterte “mancanza” e “frustrante”.

Questi commenti sono sorprendenti perché Pacquiao è stato a lungo uno dei più forti sostenitori di Duterte, compresa la sua sanguinosa guerra alla droga ei suoi sforzi per reintrodurre la pena di morte.

“Rispetto l’opinione del presidente, ma umilmente non sono d’accordo con la sua valutazione della mia comprensione della politica estera”, ha detto Pacquiao, che si dice stia pensando di candidarsi alla presidenza l’anno prossimo.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *