Il regolatore cinese ha fatto irruzione nell’ufficio Didi per indagini sulla sicurezza safety


La potente agenzia di spionaggio nazionale cinese e altri sei dipartimenti governativi hanno adottato misure insolite per inviare gli investigatori all’ufficio di Didi Chuxing per condurre un’indagine di sicurezza sul gruppo di passeggeri.

Questo RevisioneAll’inizio di questo mese, Didi ha annunciato per la prima volta dopo la sua offerta pubblica iniziale di 4,4 miliardi di dollari negli Stati Uniti, che ha causato il crollo del prezzo delle azioni di Didi, segnando il primo annuncio pubblico del misterioso Ministero della Sicurezza Nazionale che avrebbe collocato temporaneamente dipendenti all’interno dell’azienda.

La Cyberspace Administration of China, il regolatore responsabile del coordinamento della revisione della sicurezza informatica di Didi, ha dichiarato venerdì che l’indagine coinvolgerà anche polizia, autorità fiscali, regolatori della concorrenza di mercato e regolatori delle risorse naturali e del settore dei trasporti. .

Feng Chucheng, analista tecnico presso la società di consulenza Plenum, ha dichiarato: “L’annuncio di quali istituzioni sono coinvolte è un monito per le altre aziende a non interferire con la sicurezza nazionale, ma questo è anche un tentativo da parte di Pechino di rendere più trasparente il processo di revisione. “Ai.

Il CAC ha annunciato due settimane fa che la portata della sua indagine su Didi potrebbe ulteriormente scoraggiare gli investitori in titoli tecnologici cinesi e frenare l’interesse per le IPO offshore cinesi.

CAC ha seguito la revisione della sicurezza di Didi e ha adottato una serie di misure punitive e l’ha inviata a Calo del prezzo delle azioni È aumentato del 20% nella settimana successiva all’offerta pubblica iniziale. L’agenzia ha anche proposto nuove regole che vietano alle aziende con più di 1 milione di utenti di quotarsi all’estero prima di aver ottenuto l’autorizzazione ufficiale dopo aver subito una revisione della sicurezza.

Il CAC non ha approfondito le sue preoccupazioni, citando solo la sicurezza dei dati e i rischi per la sicurezza nazionale.Prima dell’IPO, CAC aveva già Richiedi a Didi di rettificare Le persone che hanno familiarità con la questione hanno affermato che mostra le etichette delle mappe, temendo che possano inavvertitamente perdere luoghi sensibili, come le basi militari.

Tuttavia, al momento non ci sono prove che dati sensibili siano stati divulgati. Li Min, vicepresidente di Didi, ha risposto alle speculazioni sui social media, affermando che è “assolutamente impossibile” per Didi fornire dati agli Stati Uniti.

L’indagine di Didi è anche la prima volta che Pechino ha utilizzato pubblicamente il suo nuovo meccanismo di revisione della sicurezza informatica. In poco più di un anno, il programma mira a valutare la sicurezza della catena di approvvigionamento piuttosto che la sicurezza dei dati.

Gli esperti legali hanno affermato che la natura senza precedenti del caso Didi e la mancanza di dettagli sul contenuto della revisione coinvolta hanno portato l’azienda in un territorio inesplorato.

“Questo è molto insolito. Ci sarà una gamma completa di rischi di conformità”, ha affermato Xu Ke, preside della Internet Law School dell’Università di Economia e Commercio Internazionale di Pechino.

Il numero di istituzioni coinvolte ha anche aumentato il rischio di disaccordi e processi di revisione prolungati, durante i quali a Didi è stato impedito di registrare nuovi utenti.

Secondo le normative sulla revisione della sicurezza informatica, la revisione preliminare deve essere completata entro 60 giorni lavorativi o tre mesi. Se diverse agenzie non sono d’accordo sulle loro conclusioni, dovrebbe essere avviata una revisione speciale, che può continuare per altri 45 giorni lavorativi o più.

“Sono presenti tutte le principali agenzie di regolamentazione, il che significa che in primo luogo, questa ispezione sarà completa e, in secondo luogo, non sarà troppo breve”, ha affermato James Gong, avvocato di Herbert Smith Freehills.

Kendra Schaefer, analista tecnico presso la società di consulenza Trivium con sede a Pechino, ha dichiarato: “I documenti normativi hanno dimostrato chiaramente che esiste un problema di coordinamento e che ci sono molti chef in cucina”.

Schaefer ha aggiunto: “Il ministero della sicurezza nazionale è un nuovo punto di svolta. Questo accade quando si ha una definizione ampia di cosa sia la sicurezza nazionale”.

Rapporto aggiuntivo di Liu Nian a Pechino



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *