Il senatore democratico dice che voterà contro il disegno di legge sui diritti di voto di Biden


I senatori democratici conservatori che domenica hanno tenuto un voto oscillante al Senato degli Stati Uniti hanno promesso di bloccare un disegno di legge per riformare la legge elettorale degli Stati Uniti, il che ha causato una grave battuta d’arresto agli sforzi di Joe Biden per riformare i diritti di voto.

Il senatore Joe Manchin del West Virginia ha dichiarato in un’intervista a Fox News di domenica che il disegno di legge amplia l’ambito del voto per corrispondenza e estende il tempo in cui le persone possono votare. È “unire e unire il nostro paese”. nazione”.

In un articolo pubblicato sul Charleston Gazette Mail, Manchin ha ribadito che non aiuterà i Democratici ad abolire la misteriosa procedura di voto al Senato degli Stati Uniti, cioè l’ostruzione del disegno di legge, che richiede una maggioranza assoluta di 60 senatori per firmare la maggioranza dei la legislazione.

Biden ha spinto la “Legge per il popolo” perché i repubblicani hanno preso provvedimenti per limitare i diritti di voto in molti degli stati degli Stati Uniti che controllano, tra cui Georgia, Florida e Texas.

Essendo il democratico più conservatore al Senato, Manchin è diventato un importante promotore di accordi. La sua frequente opposizione al piano del presidente illustra le difficoltà che Biden incontra nel far passare importanti leggi attraverso un Congresso diviso.

Biden continua a negoziare con i repubblicani sul suo ambizioso disegno di legge sulle infrastrutture e, nelle trattative con i legislatori repubblicani, il valore della proposta è sceso a circa 1 trilione di dollari. Nel marzo di quest’anno, Biden ha presentato una proposta di spesa di 2,3 trilioni di dollari per investire fondi federali senza precedenti in strade, ponti, nodi di trasporto, impianti di approvvigionamento idrico e reti a banda larga negli Stati Uniti.

I repubblicani insistono sul fatto che, sebbene sia necessaria più spesa per riparare le infrastrutture fatiscenti, qualsiasi piano deve essere tagliato, soprattutto dopo che all’inizio di quest’anno sono stati stanziati trilioni di dollari per il soccorso di Covid.

Sono anche arrabbiati per la proposta del presidente di aumentare le aliquote dell’imposta sulle società o aumentare le tasse sui redditi elevati negli Stati Uniti per coprire le spese aggiuntive.

Manchin ha chiarito al presidente che si aspetta che il pacchetto infrastrutturale chiamato “Programma per l’occupazione negli Stati Uniti” venga approvato dai democratici e dai repubblicani.

Il secondo senatore che rappresenta la Virginia Occidentale, il repubblicano Shelley Moore Capito (Shelley Moore Capito), è diventato il capo negoziatore del repubblicano nei negoziati sulle infrastrutture.

Venerdì, persone che hanno familiarità con i negoziati tra Biden e Capito hanno affermato che se un numero sufficiente di repubblicani accetta di sostenere un aumento della spesa per le infrastrutture, il presidente è pronto ad abbandonare l’obbligo di aumentare l’aliquota dell’imposta sulle società negli Stati Uniti. Biden e Capito dovrebbero incontrarsi nuovamente lunedì perché il termine per raggiungere un accordo bipartisan è imminente.

Domenica, il segretario al commercio degli Stati Uniti Gina Raimondo (Gina Raimondo) ha dichiarato che i negoziatori democratici e repubblicani hanno continuato a “lavorare in buona fede” e che il presidente è rimasto ottimista sul raggiungimento di un accordo bipartisan.

Raimundo ha detto nel programma della ABC questa settimana: “La pratica legislativa è più simile all’arte che alla scienza. Nessuno è migliore in questo del presidente Biden”.



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *